Il Bologna di Pecile espugna il PalaTrieste

Andrea Pecile, Bologna

Ci ha provato in tutti i modi l’Acegas di coach Dalmasson a fare il grande risultato contro la Biancoblu Bologna del triestino Pecile, ma arbitraggio e condizioni fisiche non ottimali di alcuni giocatori hanno fermato il tabellone sul 67 a 71.

I biancorossi scendono in campo con Ruzzier, Gandini, Coronica, Filloy e Mescheriakov a cui rispondono gli avversari con Cournooh, Pecile, Cutolo, Vitali e Mosley. Buon inizio di partita per l’Acegas che con Ruzzier e Filloy a 3 minuti dall’inizio portano la squadra sul 6-0. Nelle file avversarie, dopo un errore d’attacco, apre le danze Pecile per il 6-2. La formazione di casa sbaglia in difesa e Bologna manda a canestro con una tripla Pecile (6-7). A tre minuti dalla fine del quarto è Filloy a infiammare il palazzetto  ed è 08-07. il finale di quarto è segnato dall’attacco avversario che con l’attacco di Harris, Cournooh e Mosley,  manda in tripla Cutolo (10-15).

Il secondo quarto, povero dal punto di vista della tecnica, è aperto da Nikita  per il 14-17. Mastrangelo riesce a rubare palla a numero Harris e vola a canestro con una schiacciata (16-19). Inizia a dilagare Bologna con Cournooh (18-27) e con coach Dalmasson che chiama minuto per dare una svegliata ai suoi. Gandini sotto canestro riesce con una stoppata a lanciare fuori un canestro sicuro di Drenovac. A un minuto e dieci secondi dalla fine Gandini riesce a ridurre le distanze insieme a Nikita (25-33). A 15 secondi dalla fine coach Dalmasson è di nuovo costretto a chiamare minuto con il risultato che rimarrà invariato.

I quindici minuti di stop sono fondamentali per i giocatori di casa che riescono a riaprire la partita. Ruzzier risveglia sin da subito i suoi con quattro punti di fila (29-33). Bologna non ci sta a farsi raggiungere e Vitali mette dentro una tripla del numero (29-36). Ancora Michele per Trieste riesce a rubare palla a Cournooh che stava facendo ripartire l’azione, passa a Filloy che però sbaglia ma è proprio Cournooh a commettere fallo su di lui che realizza entrambi i tiri liberi (33-36),. Nuovo contropiede Acegas di Mastrangelo (35-36), Bologna chiama minuto. Dopo un quarto iniziato bene, Trieste si ferma e deve attendere una tripla di Ruzzier a metà quarto per far sognare il pubblico di casa che spera in una vittoria per tutto l’incontro. Arriva anche il momento di Fossati per Trieste che va a canestro per la prima volta con gli arbitri che cominciano a far discutere per le loro decisioni (41-44). A un minuto dalla fine, dopo quello a metà quarto di Gandini, è Andrea Pecile e commettere un fallo antisportivo contro Coronica, che mette a canestro entrambi i tiri liberi e ci si porta ad un punto da Bologna (45-46).

Nell’ultimo quarto è Nikita ad aprire per i biancorossi (49-51). Coronica riesce a portare i suoi al pareggio  ma Bologna riesce ad andare di nuovo in vantaggio con il Vitali (53-55). Ruzzier riesce a rubare palla sotto canestro a Pecile pareggiando nuovamente (55-55).Un errore in attacco di Gandini e i biancoblu puniscono la formazione di casa con Cutolo (57-62). Ruzzier sblocca Trieste (59-62) ma a 2.40 dalla fine sbaglia Filloy sbaglia sotto canestro. A due minuti fallo di Gandini in difesa, tripla di Cutolo con gli arbitri che non fischiano passi a Pecile (59-65). Quinto fallo di Gandini che esce sostituito da Nikita, fallo su Drenovac. dentro due liberi di Mastrangelo e tripla di Carra (65-69). Trieste tenta il tutto per tutto ma la fortuna non la assiste con una tripla di Carra, che praticamente dentro non entra a dieci secondi dalla fine e il match finisce 67-71.

AcegasAps Trieste-Biancoblu Basket Bologna 67-71 (12-17, 23-55, 47-49)

AcegasAps Trieste: Coronica 8, Tonut n.e., Ondo Mengue n.e., Mastrangelo 10, Ruzzier 17, Filloy 7, Diviach, Carra 2, Mescheriakov 13, Fossati 4, Gandini 6. All. Dalmasson

Biancoblù Basket Bologna: Harris 17, Cournooh 10, Pecile 14, Gasparin n.e., Montano, Cutolo 15, Pini, Vitali 7, Drenovac 8, Mosley. All. Salieri

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:15:32+00:00 24/03/2013|Categories: Sport|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.