#StayTuned – Il cammino verso la speranza di Eric Bibb

Quando ci si approccia all’ascolto del blues di Eric Bibb ci si rende conto subito di aver di fronte un artista che non dimentica le radici del genere. È uscito la scorsa settima il suo l’ultimo album Jericho Road che racchiude esperienza, calore ed eleganza.

Figlio d’arte, il padre fu il pianista jazz Leon Bibb, dal 1970 intraprende la strada del “blues guitarrist”, esplorandone sonorità e radici e divenendo così un abile chitarrista e cantautore. Fin dalle prime tracce è possibile apprezzare le contaminazioni folk che rivestono il suo blues di un’atmosfera familiare, calda ed elegante che fanno di lui il discendente spirituale di Blind Willie Johnson.

L’album “Jericho Road” di Eric Bibb.

In Jericho Road, Bibb, si trova a lavorare con il produttore, ingegnere e polistrumentista Glen Scott con cui ha già precedentemente collaborato. In questo nuovo lavoro, Bibb guarda la realtà che lo circonda, e Jericho Road è metafora del cammino di speranza e redenzione che ogni uomo dovrebbe intraprendere per ritrovare la sua libertà spirituale. Il blues si configura quindi come messaggio sociale rivolto a tutti. L’album è pervaso da atmosfere profonde tipiche del black blues, che si fondono per dar vita ad un prodotto che merita di essere ascoltato per gli amanti del genere e non.

Il disco si apre con “Drinkin’ Gourd”, brano ricco pathos, passando poi per “Freedom Train”, in cui si evince la contaminazione tra il folk e il blues. “They Know” è una ballad nella quale si incarna la speranza nel cambiamento, quel cambiamento che corre nell’aria e che gli uccelli, per primi, hanno già afferrato. Prendetevi un po’ di tempo durante una giornata piovosa e buia, e incamminatevi verso un viaggio attraverso Jericho Road.

di Antonio Maglitto

Commenti Facebook
By | 2013-12-04T12:07:50+00:00 04/12/2013|Categories: Cultura e spettacoli, Musica|0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.