Il cuor dell'Acegas non basta per battere Pistoia

Nikita Mescheriakov

Ci ha messo davvero il cuore l’Acegas di stasera davanti ad un pubblico di casa in silenzio per i primi due quarti, rendendo l’atmosfera davvero surreale, non quella di un palazzetto dai grandi numeri, ma il cuore non è bastato per vincere una partita, che nei primi due quarti aveva fatto sperare ma che poi ha visto la vittoria andare ai toscani, 88-94, e Trieste si ritrova con un’altra sconfitta e una squadra che più di questo non può dare.

Urbani, Nikita, Carra, Filloy e Mastrangelo aprono le danze per l’Acegas mentre la Giorgio Tesi Group Pistoia scende in campo con Graves, Saccaggi, Cortese, Toppo e Galanda. Nel primo quarto, Trieste, riesce al meglio a dimostrare le proprie, seppur limitate, capacità con Nikita che è il primo giocatore del match ad andare a canestro a cui risponde subito Toppo (02-02). Dopo due minuti e mezzo di gioco e la volta di Urbani prima, e Carra dopo che fermano il tabellone sul 09-05. Ancora Trieste con le triple di Carra e Filloy (15-09) fa sognare i tifosi sugli spalti, un’Acegas che riesce persino ad andare in vantaggio di dieci punti sugli ospiti dopo che Mastrangelo lancia Filloy a canestro (21-11). Pistoia tenta di recuperare ma è una tripla di capitan Carra a chiudere il quarto in favore dei bianco-rossi 24-16.

Ad aprire il secondo quando sono i padroni di casa con una tripla di Ondo (27-19) e Ruzzier che con un ottimo recupero in difesa riporta squadra in attacco. Dopo due minuti di gioco Pistoia inizia ad accorciare le distanze (27-24) ma rispondono Nikita e Ondo portando il parziale su 31-24. A metà quarto ci pensa Coronica a rilanciare l’Acegas e firma il 36-28 a cui risponde subito il Rullo con una tripla (36-31). A 3.40 minuti dalla fine del quarto, gli ospiti si portano con una tripla a meno due 40-38 ma Coronica allunga di nuovo 42-38. Pistoia a meno di due minuti riesce a pareggiare con Graves (42-42)e va poi in vantaggio con contropiede di Rullo a cui viene concesso un tiro libero e chiude la seconda frazione di gioco 42 a 45.

Nel terzo quarto, i problemi di Trieste cominciano a farsi sentire sempre di più. Pistoia riesce a mantenere il vantaggio che, a tre minuti dalla fine del quarto, Ruzzier tenta di accorciare (51-53) ma Filloy sbaglia una tripla che avrebbe potuto riportare lui e i compagni in vantaggio.Gli arbitri conciano a metterci del loro e fischiano un fallo antisportivo a Filloy commesso su Cortese. Il terzo quarto si conclude con il canestro di Meini che fa riposare le squadre sul parziale di 59-67.

L’ultimo quarto è segnato dalla terna arbitrale che fischia a coach Dalmasson che segnerà il momento di black-out dei bianco rossi con Carra che nel finale prova a rilanciare la squadra, Coronica e Urbani tentano il tutto per tutto sull’ 82 a 85 ma Rullo e Graves chiudono l’incontro senza lasciare speranza all’Acegas che nonostante la cessione dei due americani e gli infortuni di Gandini e Fall, è quasi riuscita a mettere nel cassetto una vittoria.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:15:40+00:00 24/02/2013|Categories: Sport|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.