Il maltempo si fa giudice: rimandata la contesa tra Triestina e UFM

In barba agli oltre duemila tifosi accorsi in quel di Monfalcone per assistere allo scontro al vertice del campionato d’Eccellenza friulano, e di quanti altri attendessero con ansia il verdetto del confronto più importante ed atteso dell’intera stagione dilettantistica nostrana, Giove, dio, tra gli altri, della pioggia, ha pensato di far trattenere ancora per qualche tempo il fiato in gola ad appassionati ed addetti ai lavori scagliando sulla cittadina della provincia di Gorizia, come su gran parte del Friuli Venezia Giulia, una acquazzone torrenziale.

www.unionetriestina2012.com

Una fase di gioco della gara d’andata tra Triestina e UFM

Il direttore di gara, il Signor Ceccon di Lovere (Bergamo), ha tentato invano di opporsi all’interferenza divina fischiando il calcio d’inizio (con più di dieci minuti di ritardo rispetto all’orario stabilito), dopo che i due capitani avevano compiuto la consueta perlustrazione del rettangolo verde in sua compagnia. A dispetto delle condizioni atmosferiche, a dire il vero, i 10 minuti e poco più di gioco hanno regalato una forte emozioni ai supporters assiepati intorno al campo di gioco: dopo appena 180 secondi di gioco, infatti, Del Mestre manca la presa in uscita (uno dei rari errori del portierone friulano in carriera), con il pallone che capita sul piede di Miraglia (uno dei triestini a militare nell’UFM), la cui conclusione, rallentata dal pesante terreno di gioco, è tamponata sulla linea da Piscopo. Nient’altro da trascrivere sui taccuini, comprensibilmente, e quando l’ellenico Eolo accorre in sostegno del latino Giove, alzando la Bora, per l’arbitro orobico non c’è altro da fare che mandare tutti negli spogliatoi, sospendendo prima, e rimandando poi, l’incontro dell’anno.

A termine di regolamento, la gara dovrebbe essere recuperata mercoledì 13 febbraio, divinità permettendo. Da sottolineare, per dovere di cronaca, diverse lamentele dei numerosi fans accorsi all’impianto monfalconese, apparso inadatto ad ospitare un numero così cospicuo di persone, lasciando più di qualcuno perplesso in merito alla questione sicurezza. Una grana in più, oltre a quella degli eventuali rimborsi, di cui si parlerà nei prossimi giorni, in attesa che, finalmente, i due team si affrontino sul campo, per decidere chi, fra Triestina e UFM avrà diritto a cullare maggiori speranze di promozione diretta.
Nel frattempo, durante il prossimo week-end, si giocherà la 5a giornata di ritorno. La Triestina sarà in scena al Rocco, dove ospiterà il Tolmezzo, con cui all’andata patì una dolorosa sconfitta; i rivali del Monfalcone, invece, dovranno vedersela, in terra friulana, con l’ambizioso San Daniele dell’ex presidente triestino Fantinel. La strada verso la gloria è ancora lunga e colma di insidie.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:15:48+00:00 02/02/2013|Categories: Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author: