Il Manzoni diventa musical

Una scena del musical "I promessi sposi".

Il romanzo forse più famoso e amato della storia della letteratura italiana, il manzoniano I Promessi Sposi, raggiungendo il palcoscenico in forma di “opera musicale moderna” non poteva che essere declinato nel segno del kolossal e del grande evento italiano. E tale è stato, riconosciutamente, quando nel 2010 ha debuttato allo Stadio San Siro di Milano, accolto trionfalmente dal pubblico nella edizione firmata da Michele Guardì e musicata da Pippo Flora.

Il Teatro Stabile regionale, che da anni costruisce un cartellone dedicato al Musical che presenta vere e proprie chicche in esclusiva della produzione internazionale e le punte di diamante di quella italiana, non poteva lasciarsi sfuggire questo titolo, attualmente in tournée che replica dunque alla Sala Assicurazioni Generali dall’1 al 4 marzo.

I Promessi Sposi è stato scritto e diretto come opera moderna da Michele Guardì mentre le musiche sono firmate da Pippo Flora: la produzione ha riunito nel cast quanto di meglio offre il panorama italiano, è sufficiente scorrere i nomi presenti nel cast per rendersene conto. Fra i protagonisti figurano Giò di Tonno, che sarà Don Rodrigo (e di cui il pubblico dello Stabile non potrà non ricordare la bravura nel ruolo del Gobbo nel Notre Dame de Paris ma anche l’interpretazione da brivido in Jekill&Hyde), Noemi Smorra che sarà invece Lucia e Graziano Galatone che ammireremo nel ruolo di Renzo e vanta un “Premio Massimini”, per essersi distinto nel Notre Dame. Vittorio Matteucci offrirà la sua possente voce all’Innominato (dopo aver già molto emozionato nei ruoli più oscuri, in Notre Dame e Tosca), come pure Rosalia Misseri (che ammireremo come Monaca di Monza), mentre Christian Gravina interpreterà Fra Cristoforo.

 

Commenti Facebook
By | 2012-02-29T09:42:40+00:00 29/02/2012|Categories: Cultura e spettacoli, Teatro|Tags: , |0 Comments

About the Author:

radioincorso
La web radio degli studenti dell'Università di Trieste. Collabora anche tu!