Il Novecento al Museo di Santa Chiara

Dipinto di Ardengo Soffici

Continua a Gorizia l’esposizione della mostra avviata lo scorso 17 dicembre, in occasione dell’inaugurazione del Museo di Santa Chiara. “Dal paesaggio al territorio. L’arte interpreta i luoghi.” è il titolo della mostra, che ha suscitato da subito l’interesse del pubblico, creando una buona affluenza al museo. In particolare questo week-end, sabato 11 e domenica 12 febbraio, alle ore 17, sarà possibile approfittare della consulenza di guide esperte per approfondire le caratteristiche del percorso espositivo. Per la prima volta il pubblico può  apprezzare a Gorizia la collezione del Novecento di Intesa Sanpaolo, che ha messo a disposizione le opere, in cui sono rappresentati artisti come Carrà, Sironi, Soffici, Guttuso, Music, Santomaso, Birolli, Vaccari, La Pietra, Vitone e molti altri.

Il palazzo che ospita la mostra risale al seicento, appartenuto in origine all’ordine delle Clarisse venne adibito a magazzino militare e danneggiato durante la Prima Guerra mondiale. Recentemente è stato sottoposto ad un importante restauro su progetto degli architetti Cornelia Baldas e Lino Visintin, che hanno privilegiato il mantenimento di tutti gli elementi originari dell’edificio.

La mostra rimarrà allestita fino al 26 febbraio ed è visitabile dal martedì alla domenica, con orario continuato dalle ore 10 alle ore 19.

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:31:30+00:00 10/02/2012|Categories: Cultura e spettacoli|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa