Il rock di John Fogerty sotto la pioggia di Trieste

Who’ll stop the rain? Inizialmente sembrava che il grande John Fogerty ci fosse riuscito, eseguendo proprio questo pezzo tra i primi, ieri sera 9 luglio 2014, a Trieste nella meravigliosa Piazza Unità come sfondo, ma dopo poco più di un’ora il tempo non ha voluto saperne e si è scatenato il temporale che ha fatto fuggire tutti a gambe levate.

Uno dei più importanti cantanti rock americani, leader dei Creedence Clearwater Revival e fonte di ispirazione per artisti del calibro di Bruce Springsteen è tornato nel nostro Paese dopo cinque anni di assenza regalando al pubblico triestino grandi seppur brevi emozioni.

John Cameron Fogerty, classe 1947, comincia la sua carriera formando un trio strumentale al quale si aggiungerà successivamente anche il fratello Tom. Dopo pochi anni, nel 1968 nascono ufficialmente i Creedence Clearwater Revival, che pubblicano il loro primo album, omonimo, e il primo singolo, “Susie Q“. Seguirà un altro singolo (“I Put a Spell on You“) e un nuovo album, prodotto nello stesso anno: Bayou Country. In breve il gruppo si afferma sulle scene, e al ritmo di due album all’anno, i Creedence iniziano a farsi conoscere fuori dal loro territorio.

John Fogerty si esibisce in Piazza Unità a Trieste.

Ricordando l’esibizione dei Creedence al festival di Woodstock nell’agosto del 1969, John ha voluto riproporre come sfondo della sua esibizione proprio i fotogrammi del film omonimo, documentario del leggendario festival del rock. Grande commozione ed eccitazione per gli appassionati e attempati presenti, nei quali le immagini hanno sicuramente evocato vecchi ricordi di tempi ormai lontani.

Agli inizi degli anni ’70, il cantante intraprende la carriera da solista producendo numerosi album tra cui The Blue Ridge Rangers con la famosa “The Old Man Down the Road”, Centerfield, Eye of the Zombie, Deja vu (All Over Again) e molti altri. L’ultimo album di inediti del cantante risale al 2009, quando duettò con lo stesso Springsteen, mentre al maggio 2013 risale una raccolta di successi reinterpretati dallo stesso Fogerty con altri artisti come Foo Fighters o Tom Morello.

Un vero peccato che il meteo fosse avverso interrompendo a metà la tanto attesa esibizione e chissà se John tornerà a breve nel nostro Paese, ma noi lo seguiremo e vi terremo aggiornati!

Commenti Facebook

About the Author:

Valeria Pisetta
Sono laureata in Ingegneria Clinica a Trieste, dove sono entrata in contatto con la radio universitaria che da subito mi ha appassionata insegnandomi a sfruttare in modo positivo il mio parlare "a macchinetta". Suono da quando sono piccola e ho la grande passione della musica in tutte le sue sfaccettature, quindi quale posto migliore dove mettermi alla prova se non Radioincorso.it?!?