Il Rossetti è pronto a tornare in scena con prosa, musical e le novità internazionali

“Il teatro è un dono del presente verso il futuro. Un dono a chi verrà”.

Alessandro Gassmann dirige ed interpreta il Riccardo III di Shakespeare.

Sono state queste le parole del Direttore del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Antonio Calenda, durante la conferenza di presentazione del nuovo palinsesto del Teatro Rossetti.
Sono settantasette i titoli previsti in cartellone e dieci le produzioni.
Si partirà il 24 ottobre con la prima di Magazzino 18, di Antonio Calenda, con Simone Cristicchi, i quali ci racconteranno dell’omonimo luogo presso il Porto Vecchio di Trieste.

Tra gli spettacoli più attesi figurano sicuramente Cats, con le musiche di Andrew Lloyd Webber, Riccardo III di e con Alessandro Gassmann, La Coscienza di Zeno, per la regia di Tullio Kezich, e Una Giovinezza Enormemente Giovane, con Roberto Herlitzka, recentemente definito dalla Repubblica come il miglior attore italiano.
Non mancheranno altri grandi nomi dello spettacolo ad impreziosire ulteriormente il palinsesto del Rossetti: Pierfrancesco Favino, Luca Zingaretti, Angela Finocchiaro, Ennio Fantastichini e gli Oblivion saranno gli altri tra i numerosi artisti che calcheranno il palco del politeama.

Alcuni degli appuntamenti che più incuriosiscono sono Blam!, definito come “an orgy of insanity”, The

Una scena del nuovo spettacolo comico campione d’incassi Blam!

Illusionists, dove sette dei migliori prestigiatori al mondo stregheranno il pubblico con il loro trucchi di magia, e Pilobolus Shadowland, in cui ballerini professionisti racconteranno delle storie creando suggestivi immagini fatte di ombre.

Il Politeama Rossetti ha rinnovato la collaborazione con il Teatro Miela cominciata l’anno scorso, con cui questa volta condividerà lo spettacolo La Coscienza di Zeno spiegata al popolo, interpretato da quelli del Pupkin, diretti da Paolo Rossi.

Non mancheranno opere di autori contemporanei italiani, a cui il Rossetti ha sempre rivolto un’attenzione maggiore rispetto a teatri più grandi.

Durante l’intera conferenza di presentazione è stato sollevato numerose volte il fatto che la cultura in Italia stia attraversano un momento difficile, e di quanto sia importante continuare a fare del proprio meglio per restituire ad una delle colonne portanti del nostro Paese, la dignità che le spetta.

Per ulteriori informazioni riguardo alle opere e agli abbonamenti, in particolare gli Under 26 potranno acquistare i propri biglietti all’ultimo minuto, si consiglia di consultare il sito del Rossetti.

Commenti Facebook

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.