Il sogno di Alice debutta al Rossetti

Martedì 29 novembre alle 19.30 alla Sala Bartoli del Politeama Rossetti debutta “Il sogno di Alice”, uno spettacolo tratto dall’opera di Lewis Carroll e interpretato dagli allievi dell’Associazione Culturale StarTs Lab sotto la direzione di Luciano Pasini.

La pièce, prodotta dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia con l’Associazione Culturale StarTs Lab e la collaborazione della Provincia di Trieste, completa la trilogia iniziata con il Mago di Oz e Peter Pan sui percorsi che portano dall’infanzia all’adolescenza, un tema che calza a pennello con i giovani interpreti dello spettacolo.

Il testo teatrale è stato curato e adattato da Adriano Braidotti, la parte musicale vede la vena creativa di Marco Steffé e Luciano Pasini, le luci sono di Davide Camuzzi.
Tre cast si alternano nello spettacolo, vi hanno lavorato infatti, nel complesso, una settantina di bambini e ragazzi che frequentano le attività del Laboratorio teatrale ed anche per questo allestimento è stata rinnovata la collaborazione con il liceo artistico “Nordio” di Trieste; proiezioni e costumi sono stati ideati dagli studenti delle classi III, IV e V sotto la guida dei professori Manuela Cerebuch, Carla Crevatin, Renzo Grigolon e Marianna Staiano.

“Il romanzo – ha spiegato il regista Luciano Pasini – è stato destrutturato, creando così un percorso attraverso il quale i protagonisti e gli spettatori entrano in un “paese delle meraviglie” dove i concetti di spazio e di tempo sono irreali. Il racconto ci accompagna in un cammino favolistico sempre in bilico fra sogno e incubo, con un finale aperto all’ immaginazione e ad ogni sentimento”.

Dopo le repliche alla Sala Bartoli – fino al 4 dicembre – lo spettacolo si trasferirà al Teatro Sloveno dal 6 a domenica 11 dicembre, nel segno della collaborazione che lega i due enti e che proseguirà nel corso della stagione con lo scambio e la coproduzione di altri spettacoli.

 

Commenti Facebook

About the Author: