Il Tartini va in tour

La musica del Conservatorio Tartini di Trieste viaggia attraverso i festival estivi: un tour di sonorità classiche mixate a proposte sperimentali, che farà tappa al Mittefest di Cividale con diversi concerti, e che sarà protagonista anche nel cartellone del festival “Nei suoni dei luoghi”, promosso da Progetto Musica e diretto dal violoncellista Enrico Bronzi che aveva selezionato personalmente, nel corso di un’audizione al Conservatorio di Trieste, gli artisti e gli Ensemble chiamati ad esibirsi.

Si parte venerdì 10 luglio, alle 21 a Gemona del Friuli in piazzetta Fantoni (e in caso di maltempo al Cinema Teatro Sociale), con il Gruppo Percussioni Trieste, la compagine preparata e diretta da Fabián Pérez Tedesco, formata dagli allievi della classe di percussioni del Conservatorio Tartini. L’Ensemble ha già al suo attivo diversi concerti sia in Italia che all’estero, il suo repertorio varia in ogni genere, dalla musica popolare a quella classica, dal contemporaneo al jazz.

Domenica 19 luglio, a Villesse – Palazzo Ghersiach, il testimone del Tartini Tour estate 2015 passerà a uno dei più apprezzati talenti pianistici delle nuove generazioni, Nicola Losito, caro al pubblico e alla critica internazionale per le sua profondità interpretativa, la sua passione poetica e il suo tocco suggestivo. Udinese, classe 1995, Losito ha preso parte a numerosi corsi di perfezionamento pianistico in Italia ed all’estero, sotto la guida di docenti di fama internazionale come Siavush Gadjiev, Riccardo Risaliti, Aquiles Delle Vigne, Fabio Bidini, Emanuel Krasovsky ed Emanuele Arciuli.

Domenica 30 agosto, alle 21 ad Aiello del Friuli – Cortile del Museo della Civiltà Contadina del Friuli Imperiale (in caso di pioggia nella Sala Civica), appuntamento con l’Orchestra laboratorio 3.0 formata dal contrabbassista Giovanni Maier che ne è docente preparatore al Conservatorio Tartini: l’esibizione porterà in scena il sestetto composto da Robert Mikuljan tromba, Giorgio Giacobbi sax tenore, Sergio Bernetti trombone, Aurelio Tarallo chitarra elettrica, Simone Lanzi basso e Camilla Collet batteria. L’ensemble nasce con l’intento di approfondire le modalità e le problematiche della composizione, dell’arrangiamento e dell’esecuzione all’interno di un organico jazz. Il repertorio è composto quasi interamente da composizioni di Charles Mingus; le riduzioni sono state realizzate prevalentemente dagli studenti.

E infine venerdì 18 settembre, a Spilimbergo palazzo Tadea, riflettori sul pluripremiato Zari percussion Duo, composto da Alex Kuret e Denis Zupin, entrambi allievi della classe di percussioni di Fabián Pérez Tedesco. Lo Zari Percussion Duo, vincitore del Premio delle Arti nel 2013, si è formato nel novembre 2012 e sostiene un’intensa attività concertistica in Italia ed all’estero, partecipando a diversi concorsi.

Commenti Facebook
By | 2015-07-07T19:12:47+00:00 07/07/2015|Categories: Magazine|Tags: |0 Comments

About the Author:

radioincorso
La web radio degli studenti dell'Università di Trieste. Collabora anche tu!