Il Verdi di Gorizia riparte, tra prosa, danza e musica leggera

Chiara Galiazzo, vincitrice di X Factor, aprirà la stagione del Teatro Verdi di Gorizia con il suo nuovo tour.

È tutto pronto a Gorizia per il via alla nuova stagione artistica del Teatro comunale “Giuseppe Verdi” che, nonostante i tagli alle risorse (circa 150mila euro in meno rispetto al 2012/13), proporrà un palinsesto estremamente variegato.
Sono venti gli spettacoli in cartellone, con tre esclusive regionali, altrettante prime sui palchi del Friuli e una prima assoluta a livello nazionale. La “prima” – in programma il 24 ottobre – porterà sul palcoscenico di via Garibaldi la ventisettenne Chiara Galiazzo, vincitrice dell’ultima edizione del talent di Sky X-Factor.
Per l’apertura del cartellone di Prosa il riconfermato direttore artistico Walter Mramor ha scelto una produzione made in Venezia Giulia, orchestrata da due tra i più grandi artisti che Gorizia possa annoverare: con Gianfranco Saletta sul palco assieme alla grandissima Ariella Reggio e Francesco Macedonio alla regia, la Contrada porterà al Verdi Due paia di calze di seta di Vienna di Carpinteri e Faraguna.

La stagione 2012/2013 si aprirà dunque giovedì 24 ottobre con una serata dedicata alla musica leggera con Chiara Galiazzo, da X Factor e il suo nuovo tour.
La stagione di prosa, invece partirà venerdì 8 novembre da una produzione de La Contrada di Trieste: sul palco saliranno Ariella Reggio e Gianfranco Saletta, per la regia di Francesco Macedonio.  Due paia di calze da seta di Vienna si snoda – tra equivoci e scambi di persona – con l’impresa di D’Annunzio a Fiume sullo sfondo, in una vicenda che vede per protagonista Stefania Duda degli Ivanissevich, donna dal carattere autoritario che, per difendere i diritti della figlia Valeria, tiranneggia Nicoleto Nicolich, il capitano di Lussino Terdoslavich e il signor Brettauer.
Venerdì 22 novembre il primo dei Grandi Eventi, un appuntamento imperdibile per gli amanti della danza,

con Les ballets Trockadero de Monte Carlo in prima regionale, spettacolo che unisce l’arte del balletto

Il giornalista Corrado Augias.

a quella dell’umorismo.
Giovedì 28 novembre Massimo Ghini ed Elena Santarelli saliranno sul palco del Verdi con Quando la moglie è in vacanza, dal celebre testo di Axelrod che debuttò con successo a Brodway già nel 1952.
L’11 dicembre, un evento dedicato agli amanti dei grandi classici del teatro italiano: Antonio Salines ed Edoardo Siravo porteranno nel capoluogo isontino il dramma pirandelliano dei Sei personaggi in cerca d’autore, per la regia di Giulio Bosetti.
Giovedì 19 dicembre il celebre giornalista e conduttore televisivo Corrado Augias, assieme al cantante e pianista Giuseppe Modugno, racconterà La vera storia di Traviata, grande capolavoro di Giuseppe Verdi, di cui proprio nelle prossime settimane ricorre il duecentesimo anniversario dalla nascita.

Il nuovo anno porterà altri grandi eventi al pubblico goriziano.
Il 16 gennaio sarà la volta di un’attesa produzione del Teatro stabile del Friuli Venezia Giulia, l’Hedda Gabler di Ibsen. Sul palco, per un grande classico della drammaturgia europea, Manuela Mandracchia e Luciano Roman per la regia di Antonio Calenda.
Il 18 gennaio il teatro del capoluogo isontino accoglierà in esclusiva regionale e per la prima volta in Italia il Ballet Black, una compagnia di danza moderna fondata nel 2001, supportata dalla Royal Opera House e nata per diversificare il balletto classico, con elementi di origine africana e asiatica.

Per la prima volta in Italia il Ballet Black, una compagnia di danza moderna fondata nel 2001, supportata dalla Royal Opera House.

A Gorizia la compagnia proporrà War Letters, un viaggio attraverso le relazioni instaurate nel corso della Seconda guerra mondiale. Dieci giorni dopo sarà la volta di Nuda proprietà, commedia di Lidia Ravera, con Lella Costa e Paolo Calabresi a raccontare sul palco goriziano una storia di amore, gioia e malattia.
Il 25 gennaio travolgeranno il pubblico i Berlin Comedian Harmonists, con Veronica, der Lenz ist da.
Il cartellone dei Grandi eventi propone a stretto giro di posta, il 7 febbraio, un appuntamento che intreccia balletto e cinema: liberamente ispirato alla pellicola di Fellini, Luciano Cannito porta in scena a Gorizia Amarcord, con Rossella Brescia nel ruolo di Gradisca.
Il 22 febbraio arriverà nell’Isontino in esclusiva regionale la cantante e violinista sudcoreana Amadeus Leopold (nome d’arte di Yoo Hanbin), che proporrà tra gli altri brani di Paganini, Vivaldi e Bloch.
In Magazzino 18, sotto la regia di Antonio Calenda, Simone Cristicchi racconterà l’esodo degli italiani d’Istria, Fiume e Dalmazia, partendo da un luogo simbolo, il magazzino 18 del Porto vecchio di Trieste. Ad accompagnare Cristicchi sarà la Fvg Mitteleuropa Orchestra, diretta da Valter Sivilotti.
La stagione della prosa si concluderà il 27 marzo con un grande classico, L’Avaro di Moliere, portato in scena a Gorizia da Arturo Cirillo, che reciterà nel ruolo di Arpagone.
A chiudere la stagione artistica 2013/14 del Teatro comunale Giuseppe Verdi sarà il Balletto Nazionale di Brno (Repubblica Ceca), con lo spettacolo Coppelia a Montmartre, che racconta uno spaccato di vita (amorosa) nella Parigi della Belle Epoque.

Commenti Facebook

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.