In partenza per Londra i primi azzurri

Mancano tredici giorni alla cerimonia di apertura che segnerà l’inizio delle Olimpaide estive di Londra giunte alla sua terza edizione nella città londinese, e i preparativi corrono frenetici con la città che è in pieno stati di allerta per il brutto tempo, che dovrebbe fare da padrone alle competizioni, ma soprattutto per la sicurezza con la città costretta a mettere in gioco anche 3000 militari oltre al servizio di sicurezza predisposto.
Frenetico anche il clima in Italia con la missione azzurra che si chiude a quota 292 qualificati e con il presidente del Coni, Petrucci, che ha dichiarato che per dalla nostra nazionale sono previste almeno 24 medaglie con la speranza che il numero cresca.
Cresco intanto le proteste intorno a due casi, in primi quello di Antonietta Di Martino, la saltatrice 34enne, che per un infortunio non potrà prendere parte alla spedizione azzurra. Antonietta, il 24 aprile a Tenerife si è infortunata ma le era stata diagnostica una semplice lesione muscolare e non le era stato invece individuato il problema principale al retro-ginocchio sinitro che le impedirà di saltare ai Giochi.
Rabbia anche di Howe per non essersi qualificato nei 200m che ocn il tempo di 20″65 non viene convocato dalla federazione e non prenderà parte, insieme alla nazionale di atletica, ai XXX Giochi Olimpici.
Ma al di là delle polemiche, entra nel vivo la spedizione azzurra con i primi atleti che da lunedì 16 raggiungeranno Londra. Tra i primi, in partenza da MIlano, gli azzurri della canoa Cipressi, Ferrari, Camporesi, Molmenti e Giai Pron, seguirannno i campioni olimpici Chiara Cainero ed Ennio Falco, insieme a Luigi Agostino Lodde (specialità skeet), mentre gli azzurri del Double Trap, Francesco D’Aniello (argento a Pechino 2008) e Daniele Di Spigno.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:16:27+00:00 14/07/2012|Categories: Sport|Tags: , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.