Jacobsen e Minimii: quando il design diventa gioco

Che i famosi architetti o le cosidette archistar si fossero cimentante in esperienze diverse dal loro campo non è una novità, dalle scarpe di Hadid per Melissa, al Compter hp limited edition di Chalayan per passare agli hard disk di Starck oramai i grandi nomi hanno fatto tutto, o quasi. Ancora nessuno si era cimentato in giocattoli da collezione: le case delle bambole. Sogno di generazioni di bambine, ma anche di grandi, queste case rimanevano impresse per il loro potere di farci ‘vivere’ in epoche passate come nella vecchia Inghilterra di inizio secolo. A portare una ventata di novità ci ha pensato un architetto di fama internazionale, Arne Jacobsen. Nel 2009 infatti è uscita nel mercato una doll house disegnata interamente dal designer danese che riprende il progetto della sua Villa in Charlotterlund in Danimarca. Prodotta in scala 1:16 dalla Minimi Company. Questo però non è l’unico esempio di questo nuovo trend che impazza. Altre curiosità in onda su Stile In Corso alle 18.

Commenti Facebook
By | 2010-02-23T10:01:44+00:00 23/02/2010|Categories: Magazine|0 Comments

About the Author:

radioincorso
La web radio degli studenti dell'Università di Trieste. Collabora anche tu!