Jesus debutta al Rossetti

Mercoledì 16, per la prima volta ospite del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, arriva al Politeama Rossetti la compagnia Babilonia Teatri. Questa interessante compagnia di teatro di ricerca presenta Jesus con Valeria Raimondi ed Enrico Castellani, spettacolo coinvolgente che prevede che il pubblico sia seduto in palcoscenico.

Jesus rappresenta l’opportunità di conoscere un linguaggio scenico affascinante da decifrare, un’energia inedita da cui lasciarsi travolgere. Fondata nel 2005, Babilonia Teatri è infatti tra le compagnie più innovative della scena contemporanea. Si è imposta in Italia per il suo sguardo irriverente e divergente sull’oggi. Il suo stile fuori dagli schemi intende il teatro come specchio della società e della realtà. Attraverso l’uso intelligente di nuovi codici visuali e linguistici muove la necessità e l’urgenza dell’interrogazione, per far emergere conflitti e tensioni, con ironia e cinismo, affetto e indignazione. Jesus affronta il rapporto della nostra società con la figura di Gesù: i due artisti tralasciano approcci filosofici o teorici concentrandosi sull’icona-Jesus, riferimento avvincente e inevitabile. «Jesus – spiegano – racconta l’ipocrisia, la violenza, il basso materialismo della società contemporanea utilizzando la parodia e l’invettiva. Jesus esprime un intimo anelito di spiritualità, sia essa religiosa o laica. Jesus è provocazione e tenerezza. È sacralità e dissacrazione. È critica sociale e riflessione intima». Procedendo per divagazioni e frammenti che rifrangono nei mille possibili modi l’icona di Jesus nel mondo attuale, fanno riflettere sulla religione, il consumismo ad essa correlato, ma anche commuovere alludendo alla necessità che tutti gli uomini – siano essi di fede o atei, piccoli o adulti – hanno di un punto di riferimento davanti agli oscuri quesiti dell’esistenza.

Commenti Facebook
By | 2016-03-14T10:13:58+00:00 14/03/2016|Categories: Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.