John e Joe, due amici senzatetto

Ha debuttato martedì 19 aprile al Teatro Rossetti nel cartellone altripercorsi lo spettacolo John e Joe per la regia di Valerio Binasco. John e Joe sono due senzatetto, molto amici fra loro che passano le giornate sempre al tavolino dello stesso bar dove imbastiscono discorsi strampalati parlando in effetti di tutto e di niente. La loro realtà viene però stravolta quando, grazie ad un biglietto della lotteria, vinceranno dei soldi che inevitabilmente andranno a modificare i loro equilibri.
part_9797
Lo spettacolo scritto dall’ungherese Agota Kristof, una delle scrittrici più moderne e interessanti del secolo scorso, è diviso in tre atti. Si tratta una commedia amara dai toni malinconici che a tratti ricorda quel capolavoro di Amici miei.  Nicola Pannelli e Sergio Romano giocano e basano l’ interpretazione dei due barboni attraverso espressioni, gesti, sguardi e smorfie costruendo dal nulla un mondo, il loro mondo fatto di tanta miseria; un’eccellente prova di recitazione che incanta il pubblico.
La regia semplice e lineare, efficace e curata nei dettagli come la stessa scenografia, è affidata a Valerio Binasco che riesce a cogliere con grande sensibilità la profondità dello spettacolo; lui stesso nelle note di regia ha affermato che il testo è un esperimento di rara intelligenza che tiene sempre al centro dell’attenzione la vita dei personaggi, la loro giocosa teatralità e la loro funzione metaforica.
Perfetto l’uso dei rumori che delineano lo spazio scenico e caratterizzano il cameriere inesistente del bar così come la ripetitività delle situazioni, quasi esasperate in certi momenti, che gioca con la quotidianità forzata dei due senzatetto, che ammazzano le loro giornate al bar e tengono il palco per un’ora e mezza ma sembrano vivere in un’altra dimensione.

Commenti Facebook

About the Author: