La comicità di un thriller aziendale

Ha debuttato venerdì 4 novembre al Teatro Bobbio lo spettacolo “Omicidi in pausa pranzo”, una produzione de La Contrada in collaborazione con il Dramma Italiano di Fiume; lo spettacolo, curato e diretto da Paola Galassi, ha debuttato la primavera scorsa in Croazia riscuotendo un buon successo.

“Omicidi in pausa pranzo” è tratto dall’omonimo romanzo di Viola Veloce, un caso letterario nato nel web e che ha riscosso enorme successo grazie al passaparola dei lettori; l’autrice infatti aveva auto-pubblicato il suo romanzo su Amazon nel 2013 e per diversi mesi è rimasta in vetta alle classifiche degli ebook più venduti fino a quando la casa editrice Mondadori ha notato il suo talento.

La pièce teatrale è una commedia a tinte gialle curata, adattata e diretta da Paola Galassi famosissima autrice teatrale e televisiva. Francesca Zanardelli, impiegata in un’azienda, rientra alla scrivania dopo la pausa pranzo e mentre sta ultimando la conversazione telefonica con la madre, preoccupata per la zitellaggine della figlia, trova a terra il cadavere della collega Sereni. L’omicidio stravolge un po’ l’atmosfera in azienda e tutti gli impiegati iniziano a sospettarsi l’un l’altro temendo di essere la prossima vittima del killer aziendale. L’intervento del direttore non sortirà alcun effetto, anzi, quando gli omicidi cominceranno ad aumentare, la situazione diventerà tragicomica. Sarà allora che Francesca si trasformerà in detective aiutata da Laura, segretaria del direttore, e dall’ispettore Lattanzi, una via di mezzo fra l’ispettore Gadget e Coliandro.

“Omicidi in pausa pranzo” è una commedia divertente, un thriller a tinte rosa, ironico ed esilarante che racchiude al suo interno diverse tematiche attuali ma che sa coglierne il lato comico regalando sorrisi e divertimento. Interessante e particolare la scenografia di Alexandra Ana Bukovic che è riuscita a ricreare sul palco, in maniera ben distinta, sia l’appartamento che l’ufficio aziendale; menzione va fatta per i costumi di Manuela Paladin Sabanovic e per il gioco di luci e suoni curato da Predrag Pocnjak.

Lo spettacolo sarà in scena fino a mercoledì 9 novembre.

 

 

 

Commenti Facebook

About the Author: