La Lazio strappa la prima gara

Niente impresa per la Pallanuoto Trieste che al Foro Italico mette in serie difficoltà la Lazio Pallanuoto, prima del girone Sud che ha giocato un campionato impeccabile, ma che in casa chiude la prima partita per la promozione play-off 10 a 8. Un peccato per i triestini che giocano uno dei migliori incontri del campionato e che non si meritavano la sconfitta. Un match che sfuma nel finale con fischi a favore dei padroni di casa ma che dimostrano come Trieste, mercoledì alle ore 15 in casa, possa ancora giocarsela.
Il primo quarto è a favore della Lazio e del centroboa Leporale che apre subito 2-0, risulato che rimane fermo fino alle fine del tempo quando Giacomini per Trieste accorcia le distanze (2-1).
Nel secondo tempo, la Pallanuoto Trieste cambia marcia e con Giorgi, Henriques Berlanga e Ferreccio, gli alabrdati vanno in vantaggio 3-4. La Lazio prova a spingere ma il portiere Jurisic sembra imbattibile e già si pensa alla vittoria ma la strada è ancora lunga.
Nel terzo quarto la situazione si ribalta nuovamente, è il solito Leporale, con un parziale di 3-0, porta il punteggio 6 a 4. Ferriccio trova le reti del 6 a 6 ma è dinnuovo la Lazio a centrare la rete con Latini che chiude il match in vantaggio 7 a 6.
L’ultimo quarto viene aperto dalla Lazio che aumenta il vantaggio 8 a 6. Trieste prova a riagganciare le distanze con Petronio prima e Pappacena dopo, segnando il pareggio 8 a 8. Il finale di quarto è a favore dei padroni di casa, con Leporale che insacca il 9 a 8. A 30 secondi dalla fine Pappacena è autore di un fallo grave, gli arbitri lasciano scorrere ma è dinuovo la Lazio ad andare in goal chiudendo il match sul 10 a 8.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:16:31+00:00 09/06/2012|Categories: Sport|Tags: , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.