La moda normcore…è una moda?

E dopo il tormentone hipster degli ultimi anni arriva direttamente dagli Usa, passando per il Regno Unito una nouva tendenza, il normcore. Essere normcore è più complicato di quanto sembri.

Ma vediamo nel dettaglio le origini di questa moda: il normcore è stato inventato da un’agenzia di previsione di tendenze di moda (fondendo i temini normal e hadcore) ed in seguito ampiamente diffuso dal New York Magazine. Fiona Duncan, scrittrice del NYM, lo definisce “una filosofia che porta dall’essere cool all’essere monotono”. In soli tre giorni la nuova moda è diventata virale ed è arrivata oltremare dove i pionieri dello stile iniziano già ad attrezzarsi per apparire più normcore possibile.

In cima alla top ten dei normcorer figura Steve Jobs, caratterizzato dal suo lupetto nero.

Ma in cosa consiste il normcore?
Semplicemente i normcore si vestono in modo piuttosto…normale! Questa definizione non mira a banalizzare o svilire la nuova tendenza, ma a sottolineare il fatto che i normcorer indossano abiti piuttosto casual, comodi e confortevoli, quali felpe, jeans e pantaloni non troppo stretti. I normcorer sono l’ anti cool. I normcorer non corrono a rifarsi il guardaroba alla prima inversione tendenza, preferiscono essere fuori moda, ma a proprio agio con il vestiario. E ciò che è più importante è l’abilità di saper portare un capo fuori moda e renderlo alla moda, utilizzare la fantasia e mischiare stili e influenze.

Tra i seguaci del normcore figurano molti volti celebri tra cui Jenny Seinfield, Larry David, Ashton Kutcher e in cima alla top ten Steve Jobs, caratterizzato dal suo lupetto nero. E in Italia? Sicuramente il premier Matteo Renzi, Sergio Marchionne e l’indiscutibile Papa Francesco.

La riflessione finale sorge spontanea: i normcorer sanno di esserlo? E voi?

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:22:34+00:00 31/03/2014|Categories: Magazine, Mondo|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Studentessa non modello della Scuola per Interpreti e Traduttori di Trieste, ma originaria del profondo Sud. Sono appassionata delle più svariate forme d'arte che accordano o scordano (a seconda dei gusti) l'anima e faccio parte del team di Radioncorso.it dal 2013 in qualità di giornalista e speaker.