On Air

Current track
Title
Artist

Current show

Current show


La Pro Recco domina Trieste

Written by on 12 maggio 2018

Trieste: per la Pallanuoto Trieste finisce 18-5 la venticinquesima giornata del girone di ritorno del campionato maschile A1. Gli alabardati hanno incontrato i campioni d’Italia della Pro Recco, una partita difficile per la squadra di casa ormai prossima ai play out. Una sconfitta scontata per Trieste che incassa in silenzio una rete dopo l’altra; sin dai primi secondi di gioco la Recco dimostra tutto il suo valore e mostra al pubblico di Trieste perché è da anni la padrona indiscussa del campionato nazionale. Anche senza l’aiuto dell’ attaccante italo-argentino Gonzalo Echenique gli ospiti prendono il largo con le reti di Di Fulvio e Ivovic. Nonostante la palese superiorità dei liguri  si è vista negli occhi dei giocatori triestini una voglia di lottare, almeno di provare a mettere i bastoni tra le ruote a questo mostro sacro di nome Pro Recco. Trieste ci prova con  Vico e Gogov, discreta anche la prestazione di Mezzarobba ma è evidente che non c’è partita, la Recco è di nuovo la protagonista di un lungo monologo dove è lei la vera protagonista della partita.

Prima della partita con Trieste abbiamo intervistato il mister Vladimir Vujasinovic, l’ex calottina della Recco che oggi veste i panni di allenatore. Ecco cosa ha detto ai nostri microfoni.

-La Pro Recco è una delle squadre più forti del mondo, qual’è il compito più difficile dell’allenatore?

V: Io guardo questa situazione in maniere positiva, non la vedo come un peso ma come una nuova esperienze di vita. Ho giocato a Recco e per me è un piacere tornare, mi sto davvero godendo questo periodo della mia vita dato che mi trovo benissimo con la società. Recco ha vinto tantissimo e sta ancora lottando per vincere ancora, non è facile mantenere sempre livelli alti.

-Dalla  voi ci si aspetta sempre il massimo ma qual è il segreto della squadra per mantenere sempre questi livelli?

V: Non è facile, ogni anno è sempre più competitivo ma l’importante è creare un gruppo compatto e unito. Non è vero che la Recco non può perdere, l’anno scorso abbiamo perso in Champions ma la vita va avanti e sappiamo che dobbiamo subito guardare avanti.

-La Recco è rimasta a bocca asciutta l’anno scorso in Champions Legue, secondo lei che possibilità ha quest’anno?

V: Quest’anno l’ Olimpiakos ha dimostrato di essere superiore, tutte le altre squadre sono sullo stesso livello. Tutti hanno le carte in regola per vincere, noi faremo del nostro meglio. Giochiamo i quarti di finale con il Brescia, è vero che noi abbiamo dalla nostra parte più vittorie ma non si deve mai sottovalutare l’avversario.

 

Commenti Facebook