La prosa del Verdi di Gorizia

Si riparte anche a Gorizia con il nuovo cartellone del Teatro Verdi. Il 26 ottobre apre la stagione il musical Cabaret. Il titolo è famosissimo nel mondo, grazie all’omonimo film del 1972 che consacrò Liza Minnelli come un’autentica star e icona del film musicale, ma lo spettacolo originale – tratto da una commedia musicale di John van Druten (a sua volta ispirata da un romanzo di Isherwood) – debuttò a Broadway qualche anno prima, nel novembre 1966, quando fu rappresentato per la prima volta al Broadhurst Theatre dove rimase in scena per 1166 repliche. Dal 10 novembre arriva La Bisbetica Domata di William Shakespeare con Nancy Brilli per la regia di Cristina Pezzoli. Il 15 novembre si ritorna bambini con Peter Pan. Il personaggio creato nel 1902 da James Matthew Barrie, viene messo in scena da Fantateatro in una nuova e inedita avventura, ambientata nei magnifici scenari dell’isola che non c’è. Dal 26 novembre debutta Il mio nome è Nessuno da L’Ulisse di Valerio Massimo Manfredi. Questo Ulisse non procede in linea retta: la sua strada è lunga e contorta, riparte dal suo ritorno a Itaca, dal primo incontro con Telemaco suo figlio. Per il 5 dicembre arriva Il Visitatore di Éric-Emmanuel Schmitt con Alessandro Haber e Alessio Boni.

La casa di Babbo Natale (3) (1)

Ad accogliere l’anno nuovo c’è Figli di un Dio minore di Mark Medoff. Il testo teatrale Figli di un Dio minore di Mark Medoff è stato scritto nel 1978 e messo in scena negli Stati Uniti nel 1980. Gli anni nulla hanno potuto sull’attualità e la freschezza di un testo, tuttora inedito nel nostro Paese, che ha oggi la forza di un classico contemporaneo. Il 30 gennaio arriva Sogni e Bisogni di e con Vincenzo Salemme. L’8 febbraio si torna in classe con La Scuola di Domenico Starnone, con Silvio Orlando e Marina Massironi.
Un tocco di internazionalità dal 23 febbraio con la matinée Welcome to America, spettacolo in lingua inglese con Graham Spicer e Carlo Orlandi. Welcome to America è un nuovo spettacolo dedicato a storia, costumi e immagini che costituiscono il mito degli Stati Uniti d’America. Se non un mito, ma di certo un must, Grease arriva il 3 marzo, in un adattamento di Saverio Marconi. Il 22 marzo si ripassa il Decamerone, con una storia liberamente tratta dall’opera di Giovanni Boccaccio con Stefano Accorsi e con Salvatore Arena. Venerdì 8 aprile è il turno di Non ti pago di Eduardo De Filippo con La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo, che porta in scena  “una commedia molto comica che secondo me è la più tragica che io abbia mai scritto”, a detta dell’autore stesso.

Da sabato 26 settembre 2015 si aprirà la campagna per il mini-abbonamento riservato anche agli universitari, che fino al 5 dicembre avranno la possibilità di sottoscrivere a prezzo vantaggioso una tessera per tre spettacoli appositamente selezionati.

Commenti Facebook
By | 2015-09-03T11:26:50+00:00 03/09/2015|Categories: Magazine|Tags: , , , |Commenti disabilitati su La prosa del Verdi di Gorizia

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.