La sposa bambina al Cinemazero di Pordenone

In attesa della nuova edizione di Le voci dell’inchiesta, che si terrà dal 13 al 17 aprile, il calendario si arricchisce di un appuntamento speciale martedì 8 marzo alle 20.45 a Cinemazero, dedicato al sempre attuale tema delle libertà e i diritti mancati delle donne. La serata vedrà la proiezione in anteprima del film “La sposa bambina. Mi chiamo Nojoom, ho 10 anni e voglio il divorzio”. Diretto dalla regista yemenita Khadija al-Salami, il film squarcia il velo sul drammatico fenomeno delle spose bambine, sorte che l’ha coinvolta in prima persona, essendo stata obbligata a sposarsi nello stesso modo. Ottenuto con fatica il divorzio a 11 anni, inizia il suo percorso di emancipazione, in tutto e per tutto speculare a quello narrato nel film. Vincitore del Premio Best Fiction al Dubai Film Festival, “La Sposa Bambina” racconta la storia di Nojoom, di come è stata costretta dalla sua famiglia a sposare un uomo 20 anni più grande di lei nel fiore della sua infanzia, obbligata a ogni sorta di violenza fisica e psicologica. Una pratica tristemente diffusa nello Yemen come in tanti altri Paesi del mondo quella del matrimonio tra una bambina e un adulto, considerata legittima e apprezzabile per la dote che ne deriva. Nella consolidata formula della matinée rivolta agli studenti – coinvolte scuole di Pordenone e di Sacile – e dell’incontro serale, gli spettatori potranno approfondire la situazione delle spose bambine, aspetto necessario per non abbassare la guardia e contribuire ad estirpare una cultura che relega la donna ad un ruolo subalterno. Importante in questo senso sarà anche la testimonianza di Maria Rashidi, ingegnere civile svedese di origini iraniane che nel 1997 subisce dal marito un attacco con l’acido, che porteranno all’assoluzione di lui e a 95 interventi chirurgici per lei, dopo i quali si è impegnata come attivista per i diritti delle donne. A dialogare con Maria Rashidi sarà Taher Djafarizad, presidente dell’associazione Neda Day.

Commenti Facebook
By | 2016-03-09T13:05:38+00:00 07/03/2016|Categories: Magazine|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Come molti laureati in filosofia, leggo, scrivo e cerco la mia strada. Non dovessi trovarla, mi darò alla macchia.