La Triestina sfiora il colpaccio contro la capolista

Foto da: http://www.unionetriestina2012.com

Gli alabardati festeggiano davanti ai propri supporters

Alla vigilia del match conto il Marano capolista del girone C di Serie D, la Triestina ha dovuto fare i conti con il bollettino delle assenze, che hanno decimato la squadra creando a Rossitto più di qualche problema nel scegliere la formazione. Il tecnico friulano ha dovuto fare a meno di Pimazzoni, Pratolino, Youssoufa e Sessolo, con quest’ultimo assente per motivi familiari. La novità nella lista degli undici titolari è l’impiego di Monti a supporto del duo Godeas-Bussi, già più volte micidiale in questa stagione.

Il Marano prende subito in mano il pallino del gioco e, aiutato dalla spinta del ‘Pietro Berto‘, si rende pericoloso con Cunico, che al 3′ spedisce fuori a fil di palo un calcio d’angolo di Rondon. Al 6′ Roveretto trova l’azione personale, ma l’uscita provvidenziale di Del Mestre sbroglia la matassa per gli ospiti. Dopo i due pericoli iniziali, l’Unione prende le misure, serrando le fila e concedendo poco al Marano e creando la prima palla gol al 24′, quando una punizione di Godeas respinta dall’estremo difensore Cristofoli non trova Bussi pronto all’appuntamento con il gol. Al 33′, Rondon va vicino alla marcatura, con un rasoterra insidioso dai venti metri che termina la sua corsa sul palo. L’Unione al 40′ affonda il colpo con Monti, che regala l’1-0 ai giuliani con un’incornata su azione insistita di Wagner. Per l’attaccante triestino si tratta del primo gol in questa stagione.

Nella ripresa il Marano cambia modulo, passando ad un 4-3-3 offensivo per raddrizzare subito il match, ma al 5′ è la Triestina a segnare in contropiede. Gnoukouri perde palla in fase di impostazione su pressione di Zetto, che giunto in area di rigore serve Bussi, lesto a superare Cristofoli e firmare il raddoppio. Nel finale la pressione del Marano è forte e la Triestina capitola per la prima volta a dieci minuti dal termine, quando Dal Dosso segna un calcio di punizione sul primo palo difeso da Del Mestre. Le emozioni però non finiscono e il Marano agguanta il pari firmato da Beccaro, che infila il numero uno alabardato su azione di calcio d’angolo. L’ultimo colpo di cannone però arriva dai piedi di Godeas, che impegna Cristofoli in un prodigioso intervento.

L’Unione conferma lo splendido stato di forma e la sensazione che la salvezza matematica potrebbe arrivare già nella prossima gara contro il Vittorio Falmec al Rocco. Una volta archiviato il discorso permanenza in D, la Triestina potrebbe concentrare le ultime quattro gare nella rincorsa alle posizioni più alte della classifica.

 

Foto da: http://www.unionetriestina2012.com/http://www.unionetriestina2012.com/

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:11:31+00:00 30/03/2014|Categories: Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author:

Studente di Scienze della comunicazione, 24 anni, preparatore dei portieri del San Vito al Torre e istruttore di scuola calcio CONI FIGC. Ho un passato da articolista e editorialista per TuttoUdinese.it. Ritengo che lo sport sia fatto di passioni e emozioni che vale sempre la pena raccontare.