L'Acegas cede il passo contro Casalpusterlengo

Nulla da fare per l’Acegas che con la formazione ridotta deve cedere in casa del Casalpusterlengo per 73-63. I biancorossi, privi di Ferraro, Carra e Zaccariello, si presentano in campo con sette giocatori triestini e tre in prestito fuori regione per poter sostenere il match con Svutiero, De Pretis e Urbani a sostituzione dei tre titolari.

L’inizio della partita mostra subito le debolezze della formazione di Trieste che con soli due punti a canestro si ritrova sotto di 15 punti (17-2), i padroni di casa allungano le distanze e nella seconda parte del quarto i triestini provano a risvegliarsi con sei canestr di Maganza che porta la squadra sul 26-12.

Nel secondo quarto, Casalpusterlengo trova il massimo vantaggio, più 17 (32-17), ma Maganza e Ruzzier riescono a segnare 9 punti. I padroni di casa non ci stanno e replicano con un 10-2 riportandosi sul +16 (42-26). Mastrangelo e Zecchino rispondono con due canestri consecutivi mandando la squadra negli spogliatoi con un parziale di 45-32.

Il break lungo è un toccasana per l’Acegas che segna subito 9 punti di fila riducendo a quattro i punti di svantaggio dai lombardi che si riportano subito sul più 6 ma è Ruzzier per i nostri che accorcia nuovamente le distanze (49-46).  Con un canestro di Prandin, il Casalpusterlengo si porta sul 53-46 costringendo mister Dalmasson a chiamare il time-out, dopo il quale nessuna delle formazioni trova il canestro per diversi minuti. I giochi vengono riaperti da Trieste con Bonetta e Zecchin che accorciano le distanze 53-50 per i padroni di casa. Trieste non trova più il canestro con il finale di tempo che si conclude a favore dell’Assigeco 57-50.

L’ultimo quarto si apre a favore dei nostri che riescono a ridurre lo svantaggio di quattro lunghezze (59-55) ma i padroni di casa con Venuto allungano le distanze di +7 provocando la reazione dei biancorossi che tentano di non perdere l’incontro e a metà quarto la differenza è di un unico canestro (62-60). Casalpusterlengo non demorde e non si fa impaurire dalla rimonta dell’Acegas e riesce a riportarsi a +6 (68-62). I triestini cercano nuovamnte di aggangiare il risultato ma le ultime azioni sono vanificate da un fantastico Biligha che permette alla sua squadra di chiudere con dieci lunghezze sull’Acegas.

Un’Acegas che ha tentato di in ogni modo il recupero ma che deve cedere il primo posto a Trento e accoontentarsi del secondo con 36 punti e tentare di recuperare la forma in vista della partitissima con Teento stessa mercoledì in casa alle 20.30

Perla Del Sole

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:39:03+00:00 04/03/2012|Categories: Sport|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.