L’Alma Pallacanestro si suda la vittoria contro Treviso e vola sul 2-0

Martedì al PalaRubini di Trieste si è giocato secondo incontro tra l’Alma Pallacanestro e la De Longhi Treviso, con Brown III in campo nonostante l’uscita a causa di un colpo al ginocchio che lo ha tenuto in panchina durante la partita precedente. In avvio di partita  Treviso è più aggressiva sia in attacco che in difesa riesce a portarsi avanti: primo time out Alma sul 4-10. Al quinto minuti la De’ Longhi ha già esaurito i falli a sua disposizione e, insieme ai punti dalla lunetta, nella seconda metà del quarto arriva anche l’apporto di Green che si carica sulle spalle l’attacco e trascina fino al sorpasso l’Alma, che comincia in vantaggio il secondo quarto sul 19-18. Trieste vive di parziali, ancora una volta passa in svantaggio ma grazie a delle buone giocate difensive e alle triple degli esterni torna a condurre la partita: Federico Loschi (6 punti con 2 palle rubate per l’ex Treviso) dà un contributo importante entrando dalla panchina fornendo energia in difesa e in attacco trovando due canestri dall’arco. Le squadre arrivano all’intervallo lungo sul 38-30.

Al rientro delle squadre dagli spogliatoi Treviso mette pressione ai triestini e torna a farsi sotto fino al 52-50, il gioco si fa molto fisico soprattutto in difesa; i biancoblu cercano di far entrare in ritmo Swann (solo tre punti con 1/7 al tiro per lui) ma senza trovare buone conclusioni, dall’altra parte una fiammata di Cavaliero riallontana i giuliani che mantengono il vantaggio di inizio quarto intatto, e il gioco riprende sul 58-50. Le squadre sono stanche, l’Alma spreca due possessi prima per un passaggio finito in tribuna, poi per una palla consegnata che scivola dalle mani del play. Ci pensa Cavaliero con una tripla in stepback a dare la sveglia ai biancorossi, che pur essendo poco lucidi mettono grande intensità nel gioco. Treviso stringe la difesa e manda in black out per qualche minuto l’Alma, che smette di correre in transizione e lascia risalire gli avversari fino al 64-63. Negli ultimi minuti la tensione è palpabile, il palazzetto esplode sui liberi di Javonte Green, ancora una volta protagonista della partita con 33 punti e 51 di valutazione, che sanciscono il 69-65 nel minuto finale, e l’ultimo tiro a scheggiare il ferro arriva da uno Swann che non riesce a incidere, messo presto in difficoltà dal numero di falli e incapace di trovare il ritmo da tre punti anche grazie alla buona prestazione difensiva dei ragazzi di coach Dalmasson. Il coach originario di Mestre è visibilmente soddisfatto della vittoria, che “non riesce ad immaginare di ottenere in modo diverso” perché, afferma, “le due squadre sul campo si equivalgono, vincerà chi riuscirà a resistere tecnicamente, ma soprattutto mentalmente nelle prossime partite”.

Javonte Green, Alma Pallacanestro Trieste

Javonte Green, Alma Pallacanestro Trieste

La serie riprende venerdì 1 giugno in casa di Treviso, con la prima chance di chiudere la serie per l’Alma che dovrà giocare sul campo più ostico trovato durante la stagione. Per coach Pilastrini, che dopo la partita si dice “davvero arrabbiato con la squadra” per non aver risolto ma anzi esasperato gli errori di gara 1, iniziano le “partite senza un domani” in quella che finora, al di là dei risultati, è stata una serie combattutissima.

Commenti Facebook
By | 2018-05-30T00:42:15+00:00 30/05/2018|Categories: Focus on (Magazine), Magazine, Sport|Tags: , , , , , , , , , , , , , , |Commenti disabilitati su L’Alma Pallacanestro si suda la vittoria contro Treviso e vola sul 2-0

About the Author: