Le migliori (per ora) 25 canzoni del 2013

Proprio perchè a noi piace sempre anticipare gli altri (compreso anche il tempo), abbiamo deciso di proporvi la classifica stilata da Panorama delle 25 migliori canzoni del 2013. Ce ne sono di commerciali,  ma è da tenere in conto un pubblico di ascoltatori eterogeneo e i più svariati generi musicali.
E voi cosa ne pensate?

25) L’essenziale – Marco Mengoni(brano vincitore del Festival di Sanremo 2013 e scelto per rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest 2013)

24) Holy Grail – Jay-Z (tratto dal quasi omonimo album Magna Carta… Holy Grail ,il primo disco nella storia della musica ad aver ottenuto la certificazione di disco di platino dalla Recording Industry Association of America lo stesso giorno dell’uscita)

23) Can’t hold us – Macklemore & Ryan Lewis (successo mondiale, raggiunge la postazione numero uno nella classifica delle canzoni del 2013 in Australia)

22) Cristina – Baustelle (tratto dal nuovo album Fantasma che ha come muse ispiratrici i grandi cantautori italiani come De Andrè e Battiato e chansonnier come Gainsbourg e Brassens)

21) Welcome to my world – Depeche Mode (prima track dell’ album Delta Machine che sin dall’apertura segna una svolta nello stile della storica band…a voi la decisione se in meglio o in peggio)

20) Out of sight – Bloody Beetroots con Paul McCartney (Bob Rifo e Paul McCartney, due mondi molto distanti che riescono in questa traccia ad incontrarsi e amalgamarsi)

19) L’anima vola – Elisa (il singolo, estratto dall’omonimo album, risulta essere il brano più trasmesso dalle radio italiane dal giorno della sua pubblicazione)

18) Safe and sound – Capital Cities (il duo electro-pop americano sfonda quest’anno con un brano uscito nel 2011, ma reso noto solo nel 2013 grazie ad una pubblicità tedesca)

17) Il sale della Terra – Ligabue (il brano è una metafora di tutto ciò che c’è di più oscuro nell’animo italiano,il Mr. Hyde che è in ognuno di noi)

16) Applause – Lady Gaga (singolo apripista dell’ultimo album della cantante presnta una forte componente elettronica. Parla realmente degli applausi dei fan che Lady Gaga definisce “una cura alla malattia”)

15) Alive – Empire of the sun (un mix tra fiaba e trash)

14) Reflektor – Arcade Fire (curiosità: il video è pieno di cammeo di personaggi famosi come Ben Stiller e Bono)

13) Mirrors – Justin Timberlake (la track, che raggiunge il primo posto in classifica nel Regno Unito, è una ballad mid-tempo pop della durata di più di otto minuti)

12) True love – Pink ( brano segnato dall’importante collaborazione della cantante statunitense con Lily Allen)

11) After the love has gone – Earth Wind & Fire con Mario Biondi (brano del 1979 che, ai tempi, raggiunse il secondo posto nella Billboard Hot 100 dopo “My Sharona” dei The Knack)

10) Zeitgeist – Black Sabbath (tratto dal 19º album della storica band, il brano richiama “PlanetCaravan” dell’album Paranoid del 1970)

La classifica si chiude con il primo posto assegnato ai Daft Punk che con il singolo Get Lucky hanno fatto ballare migliaia di persone.

9) Before your very eyes – Atoms for Peace (precaria sincronia e coordinazione, alchimia distorta di forme bizzarre)

8) New – Paul McCartney (definita rassicurante, calda e familiare come un piumone logoro o una tazza di tè)

7) All the time in the world – Deep Purple (il gruppo è considerato tra i più longevi della storia dell’hard rock)

6) Berzerk – Eminem (nel video del brano si intravede un Eminem biondo: forse tornerà l’alter ego “cattivo” di Eminem Slim Shady)

5) Blurred lines – Robin Thicke (nella versione integrale del video compare la scritta “Robin Thicke has a big dick”…serve aggiungere altro?)

4) You can’t fix this – Dave Grohl & Stevie Nicks (Sound City soundtrack) (canzone ispirata dalla morte del figlioccio del cantante dei Fleetwood Mac)

3) Valentine day – David Bowie (il Duca Bianco torna stavolta con un video dai toni più pacati rispetto ai precedenti dello stesso album)

2) Too many Friends – Placebo (il testo affronta in modo un po’ superficiale le relazioni interpersonali nell’era dei social nework, ma nel complesso il brano può creare dipendenza)

1) Get Lucky – Daft Punk

La classifica si chiude con il primo posto assegnato ai Daft Punk che con il singolo Get Lucky hanno fatto ballare migliaia di persone.
Buon ascolto a tutti!

 

 

 

Commenti Facebook
By | 2013-10-10T17:34:24+00:00 10/10/2013|Categories: Cultura e spettacoli, Musica|Tags: |0 Comments

About the Author:

Studentessa non modello della Scuola per Interpreti e Traduttori di Trieste, ma originaria del profondo Sud. Sono appassionata delle più svariate forme d'arte che accordano o scordano (a seconda dei gusti) l'anima e faccio parte del team di Radioncorso.it dal 2013 in qualità di giornalista e speaker.