Le "Mostre" di Piazza dell'Architettura

È stata presentata questa mattina la sezione “mostre” della manifestazione Piazza dell’Architettura, evento che sarà inaugurato domani alle ore 17 al Museo Revoltella e che durerà fino al 24 febbraio 2013. Il tema dell’evento è la rigenerazione urbana sostenibile, ovvero “il processo volto alla ricostruzione delle città attraverso tecniche che consentano di approfondirne la sostenibilità ecologica”, ha spiegato il Segretario dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Trieste e responsabile della manifestazione, Piero Ongaro, ai nostri microfoni.

Le esposizioni rappresentano, assieme agli incontri e agli eventi collaterali, uno dei tre pilastri su cui poggia tutta la manifestazione. Sei sono quelle promosse all’interno di Piazza dell’Architettura e che saranno ospitate presso il Museo Revoltella:

Lacaton&Vassal: strategie e retoriche del low cost, la mostra curata da Cecilia Morassi, è il risultato di un viaggio di alcuni architetti, che si sono recati in Francia attraverso il concorso “Quaderni di Viaggio”, alla scoperta di questo importante studio francese di architettura che ha alla base del suo lavoro un approccio low-cost. (In esposizione fino al 7 gennaio 2013)

Trieste vista da Graz (fino al 7 gennaio 2013) esporrà i progetti degli studenti del corso del Masterstudio Project 2011-2012 dell’Institut für Architekturtechnologie di Graz. (L’edizione 2010 aveva ospitato i lavori degli studenti del Dipartimento di Architettura dell’Università di Westminster a Londra).

Deserted Utopia è una mostra curata dall’Associazione Cizeuno e ritrae, attraverso esempi architettonici, l’emancipazione della società socialista moderna. (fino al 7 gennaio 2013)

Proseguendo si trova la mostra Modernism in-between, che espone le fotografie dell’austriaco Wolfgang Thaler. Scopo dell’allestimento è sottolineare la varietà dei linguaggi architettonici contenuti nel piccolo spazio dell’ex-Jugoslavia. Le fotografie rimarranno esposte fino al 28 gennaio 2013.

Per concludere, Architetti in prospettiva – progetti under 40, è un’iniziativa curata da GATA(Giovani architetti della provincia di Trieste). “Abbiamo affrontato i temi del riuso e della rigenerazione urbana – ci spiega Andrea Marchesi, responsabile dell’esposizione – selezionando 18 progetti tratti dai volumi monografici UTET”. “Qesti volumi – prosegue – sono la selezione di 140 progetti  a livello nazionale realizzati da parte di architetti under 40”. (In esposizione fino al 28 gennaio 2013)

Novità dell’edizione di quest’anno è Retrouver Trieste. Organizzata dall’Ordine degli Architetti PPC di Trieste, la mostra racchiude un insieme di lavori originali, con contenuti scientifici e immagini inedite realizzate da 5 fotografi di fama internazionale. Un’analisi sulle risorse della città di cui ormai non riconosciamo più il valore, osservate da un punto di vista inedito con lo scopo di definirne il ruolo futuro. I temi sviluppati dai fotografi sono cinque: “paesaggi”, “archeologia e storie”, “comunità”, “Trieste e il mare” e “La città invisibile”. “Obiettivo della mostra – ha sottolineato Ongaro –  è quello di indagare quali sono quelle risorse fisiche, umane, intellettuali, culturali che sono alla base del processo di rigenerazione della città e del suo sviluppo”. “Senza indagare quali sono le risorse è difficile capire quali possano essere i meccanismi per rigenerare la città”.

Alle sei mostre se ne aggiunge una settima, offerta dal Museo stesso: “Il Museo Revoltella e l’arte, l’architettura e il design nella Trieste degli anni ’20 e ’30”. Depositario di una storia lunga oltre cento anni, il museo si riavvicina, attraverso l’esposizione , a quel periodo tanto prolifico che visse il connubio tra arti visive e architettura.

Per il programma completo dell’evento clicca qui: Programma Piazza Architettura def

Commenti Facebook
By | 2017-03-13T14:51:07+00:00 28/11/2012|Categories: Cultura e spettacoli, Università|0 Comments

About the Author: