Le quattro stagioni a passo di danza contemporanea

La danza contemporanea italiana è protagonista sul palcoscenico del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia: il 3 dicembre infatti si esibirà per la prima volta al Politeama Rossetti lo Spellbound Contemporary Ballet, in un interessante coreografia intitolata Le quattro stagioni.

Lo Spellbound Contemporary Ballet al Rossetti il 3 dicembre.

Fondata nel 1994 da Mauro Astolfi – uno degli autori e coreografi contemporanei di maggior rilievo sulla scena contemporanea europea – Spellbound Contemporary Ballet è attualmente una delle compagnie di danza italiane più competitive sul piano dell’offerta internazionale.
Un risultato importante, che nel 2012-2013 ha assicurato all’ensemble ben cinque settimane di tour negli Stati Uniti e molte presenze in altri paesi europei, e che è stato raggiunto a prezzo di un profondo impegno artistico e imprenditoriale.

Sul piano artistico – che è quello che innanzitutto apprezzeremo da spettatori del loro Le quattro stagioni – i nove danzatori di Spellbound Contemporary Ballet sono considerati fra le eccellenze dell’ultima generazione e vantano uno stile ormai inconfondibile, basato su un lavoro creativo dinamico e in continuo rinnovamento. Lavoro che si riflette anche nella concezione generale del lavoro che ammireremo in scena, e che possiede una sofisticata e accurata dimensione multimediale.

Ne Le quattro stagioni l’ensemble danzerà sulle musiche immortali di Antonio Vivaldi a cui si intrecceranno quelle originali di Luca Salvadori: una “spirale” – come il percorso tracciato dalle stagioni nel loro eterno susseguirsi – di rumori della natura, canti di uccelli, melodie arcaiche, suoni di strumenti rari.

Commenti Facebook

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.