L'eclettico mondo dei fashion blogger: ad Heidelberg ci sono Nicholas e Ann.

Scrivere un blog è diventato ormai una moda, specie se a farlo sono amanti del fashion e della fotografia, che decidono di unire le due passioni, per raccontare attraverso le immagini, le tendenze della propria città. Il web è ormai ricco di persone, che sulla scia del più celebre “The Sartorialist”, decidono di creare una sorta di diario virtuale, sul quale appuntano quotidianamente le immagini di persone qualunque, modelle e modelli per caso, che incontrano per strada durante le loro giornate e che decidono di immortalare, reputandoli originali per look, colori e abbinamenti.
Noi di StileInCorso abbiamo iniziato il nostro viaggio nel mondo dello stile, del design e del lifestyle ad Heidelberg, proprio incontrando due giovani fashion blogger, Nicholas Beutler e Ann Kathrin Löffer, che da qualche mese raccontano su heidelbergstreetfashion.blogspot.com lo stile della loro città attraverso immagini e commenti. Nicholas e Ann sono due studenti ventenni, che nel tempo libero girano per la romantica città tedesca armati della loro Reflex, immortalando giovani e meno giovani, che grazie al loro stile si distinguono da tutti.
Ci siamo fatti raccontare quest’esperienza, per capire come nasce un fashion blog e quanto questo possa rappresentare lo stile di una città.

Il fenomeno dei Fashion Blog è in continua espansione, perché avete deciso di crearne uno anche voi?
Nicholas Beutler: è molto semplice, ad Heidelberg e Manheim non c’era ancora un blog del genere. Ci siamo fatti ispirare da quello che invece accadeva già a Berlino. Ad Heidelberg e nel Baden Wuerttemberg fino ad ora non c’era mai stato nulla di simile.

Cosa fate nella vita?
Nicholas Beutler: io sono un giovane fotografo.
Ann-Kathrin Löffer: io invece sono una studentessa.

Da quanto tenete questo blog?
N.:Dalla fine di luglio. È stata una cosa molto spontanea. L’idea infatti ci è venuta mentre eravamo seduti in un caffè qui ad Heidelberg. Le foto le abbiamo cominciate a fare verso metà agosto a Manheim. Abbiamo già 40.000 visitatori e certamente continueremo a lavorare in questo modo, per aumentare il numero.

Chi ha avuto l’idea del blog tra voi due?
A: Io. Il problema è che non sono una fotografa e non avevo idea che Nicholas fosse interessato ad un progetto simile. Gli ho mandato delle foto così, tanto per fare, e lui una settimana dopo è venuto da me, dicendomi di voler creare un blog. Non gliel’avevo chiesto prima, perché avevo paura che non fosse d’accordo, ma invece mi sbagliavo.

Con che criterio scegliete i vostri modelli?
N.: io faccio il fotografo per professione ed è comunque difficile la scelta dei soggetti. Gli scegliamo e poi insieme decidiamo se sono adatti.
A.: si ci diciamo: “si quello c’ha stile!”. Quindi decidiamo di farli una foto.
N.: a volte invece ci capita di dire: “guada che bel cappotto, che belle scarpe!”, però poi magari la sciarpa stona e quindi decidiamo di non fotografarlo. Siamo dunque molto attenti ai dettagli e non fotografiamo chiunque.

Come fermate le persone per strada?
A.: beh gli diciamo che abbiamo un fashion blog e chiediamo se possiamo fotografarli. Molti sono increduli e addirittura dubitano di essere adatti. Il novanta per cento di quelli che fermiamo però ci dicono di sì. Quelli che di solito ci negano una foto, sono principalmente gli stranieri, perché non capiscono il tedesco oppure molto spesso, non sanno cos’è un fashion blog o hanno paura di internet e che le loro foto vengano usate in modo improprio. La maggior parte conosce questo tipo di blog e sono contenti di essere fotografati.
N: Il blog è una buona pubblicità per me come fotografo, perché riesco ad avere sempre più contatto con le persone e riesco a farmi conoscere. Spesso ci capita addirittura di rincontrare le persone che ho fotografato. Il che è molto bello.

Quante persone fotografate a settimana?
N.: Beh in inverno è più difficile, perché dato il freddo sono tutti molto coperti e quindi diventa complicato capire quello che indossano. In estate invece riusciamo a trovare un soggetto quasi ogni giorno.

I visitatori del vostro blog commentano ciò che pubblicate?
N.: si con il tempo il blog sta crescendo e si sviluppa sempre di più, anche grazie al gruppo di Facebook, che oggi ha oltre 350 fan, che ci danno i loro feedback e si nota che con il tempo questi feedback aumentano sempre più.

Fate fotografie solo qui ad Heidelberg o in tutta la Regione?
N.: in genere facciamo foto qui ad Heidelberg, a Manheim e nella regione del Rhein Necker, ma anche a Berlino, Francoforte. Diciamo che quando viaggio porto sempre con me la macchina fotografica.

Come vi sembra la situazione della moda qui ad Heidelberg?
N.: credo che Heidelberg sia una delle città più alla moda della Regione, anche grazie al fatto che come Manheim è una città studentesca, poiché arrivano studenti da tutte le parti del mondo. C’è un vero e proprio melting pot di lingue, culture e soprattutto stile. Ad Heidelberg c’è veramente un maggiore senso della moda, rispetto ad altre città.

Secondo voi questi blog, come il vostro, possono influenzare il fashion system?
N.: spesso le nuove tendenze si ritrovano proprio in questi blog. Credo che questi possano influenzare tutti: case di moda, stilisti e molti brand. Penso che molti designer si ispirino dalla strada, perché osservano con i loro occhi, quello che davvero la gente vuole indossare e questi blog sono un po’ uno specchio di questa realtà.

Voi siete molto giovani, dunque cosa vedete nel vostro futuro?
A.: io studio per diventare insegnante, le mie materie sono biologia e germanistica. Dunque per me la moda è più che altro un hobby. Se il nostro blog continuerà ad avere successo mi piacerebbe diventare una giornalista di moda.
N.: io sono già un giovane fotografo e mi piacerebbe farlo per grandi riviste di moda come ad esempio Vogue. Vorrei tanto studiare fotografia e poi trasferirmi a New York o in un’altra capitale della moda. Però vorrei studiare qui in Germania e poi trasferirmi.

L’inviato da Heibelberg Enrico Matzeu

Interpretazione di Marco Trisciuzzi

Commenti Facebook
By | 2011-01-04T03:53:07+00:00 04/01/2011|Categories: Magazine|0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.