Letta scioglie la riserva. Nasce un Governo con tante donne e il primo ministro di colore

C’è chi l’ha soprannominato governo dell’inciucio, già dal giorno in cui Enrico Letta è salito al Colle per ricevere l’incarico da Napolitano, chi invece, come lo stesso Letta l’ha chiamato governo di servizio. Comunque lo si voglia chiamare, il nuovo governo ha sicuramente degli elementi storici da sottolineare, come il fatto che è dal 1947 che non si aveva un esecutivo che riunisse in sé correnti politiche opposte tra loro, o un numero di donne così elevato, ben 8, mai così tante nella storia repubblicana. Donne che per altro vanno a ricoprire dicasteri importanti come gli Esteri, affidati a Emma Bonino, dopo la mancata candidatura al Quirinale o la Giustizia, poltrona scomoda, viste le pendenze giudiziarie del leader Pdl Silvio Berlusconi, data quindi alla super partes Anna Maria Cancellieri, che trasloca dal Ministero dell’Interno. A una donna del Pd va invece il Dicastero dell’Istruzione e precisamente Maria Chiara Carrozza, mentre la Salute è affidata a Beatrice Lorenzin, per la quale si sprecano ormai le polemiche sul web per la sua sola maturità classica. Altro fattore degno di nota è la presenza per la prima volta di un ministro di colore, la congolese Cecile Kyenge, alla quale è stato affidato il neonato Ministero dell’Integrazione.

Il neo Ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge.

«È un governo politico nato nella cornice istituzionale e secondo la prassi della democrazia parlamentare» questo il primo commento del rieletto Capo dello Stato nel momento in cui il Presidente del Consiglio Enrico Letta gli ha comunicato la lista dei ministri. Sono 21 le personalità che compongono il nuovo governo di cui sette donne. Nove ministri provengono dal Pd, cinque dal Pdl, tre arrivano da Scelta Civica. Presente anche un Radicale e 4 Tecnici.

Il governo incarna dunque i colori della maggioranza che lo sosterrà in Parlamento, dando dunque grande spazio a membri del Pdl, tra i quali Angelino Alfano, al quale oltre al ruolo di vicepremier è andato il Ministero dell’Interno, del PD come Dario Franceschini ai Rapporti con il Parlamento e Iosefa Idem, eletta nelle schiere dei democratici e nominata Ministro delle Pari Opportunità, sport e affari giovanili. Non mancano però anche i nomi di Scelta Civica, come quello di Enzo Moavero Milanesi. Non mancano le figure così dette tecniche, come l’ex numero uno di Bankitalia Fabrizio Saccomanni, che avrà il duro compito di gestire il Tesoro o il Presidente dell’Istat Enrico Giovannini, diventato Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali.

Letta ha dichiarato che il risultato è «una squadra giovane», che Napolitano spera si metta a lavorare

Emma Bonino, Ministro degli Esteri.

rapidamente e con uno spirito di coesione, senza conflittualità. Il giuramento è previsto per domani, 28 aprile alle 11.30 nel Salone delle Feste del Quirinale.

All’opposizione si avrà invece Sel, che ha detto di fare «un’opposizione responsabile», la Lega Nord e il Movimento Cinque Stelle, il cui leader Beppe Grillo nelle scorse ore ha manifestato il suo dissenso per la mancata assegnazione al movimento delle commissioni parlamentari Copasir e Vigilanza Rai, che per tradizione spettano ai partiti di opposizione.

Ecco l‘elenco dei Ministri del Governo Letta:

Sottosegretario alla presidenza del Consiglio è Patroni Griffi
Vicepremier e ministro degli Interni: Angelino Alfano
ministro degli Esteri: Emma Bonino
ministro della Giustizia: Anna Maria Cancellieri
ministro dell’Economia: Fabrizio Saccomanni
ministro delle Riforme istituzionali: Gaetano Quagliariello
ministro dello Sviluppo: Flavio Zanonato
ministro delle Infrastrutture: Maurizio Lupi
ministro delle Poliche Agricole: Nunzia Di Girolamo
ministro della Salute: Beatrice Lorenzin
ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali: Enrico Giovannini
ministro dell’Ambiente: Andrea Orlando
ministro dei Beni Culturali e del Turismo: Massimo Brai
ministro della Coesione Territoriale: Carlo Triglia
ministro delle Politiche Comunitarie: Anna Maria Bernini
ministro degli Affari Regionali, Sport e Turismo: Graziano Delrio
ministro dei Rapporti con il Parlamento: Dario Franceschini
ministro dell’Integrazione: Cecile Kyenge
ministro della Pubblica Amministrazione: Giampiero D’Alia
ministro delle Pari opportunità, Sport, Politiche Giovanili: Iosefa Idem
ministro dell’Istruzione, Università e ricerca: Maria Chiara Carrozza

Commenti Facebook
By | 2013-04-27T18:13:18+00:00 27/04/2013|Categories: Politica|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.