Lettre a Yves, un libro racconta un Yves Saint Laurent privato


E’ un vero è proprio epistolario. Centinaia di lettere che raccontano un grande uomo attraverso le parole del compagno di una vita. E’ “lettre à Yves” , una sorta libro-testamento della storia d’amore, durata quarant’anni tra separazioni e riconciliazioni, tra il grande della moda Yves Saint Laurent, scomparso nel 2008, e Pierre Bergé, famoso industriale francese. Uscito il 14 marzo in Francia, il libro racconta un Yves Saint Laurent pieno di talento e di “grandeur” ma anche umano, con molte fragilità e forse troppi demoni che hanno condizionato molto sia la vita dello stilista che della vita della coppia. Un’opera che rivela i segreti di una delle prime coppie di fatto della Francia senza peli sulla lingua, in modo schietto e sincero. I tradimenti, le passioni segrete, i ‘divorzi’ apparenti, le tentazioni, fantasmi di Yves. Tra droga, depressione, accessi d’ira, alcolismo e tentativi di suicidio. Sempre falliti. ”Non ho mai pensato che la sofferenza sia uno degli ingredienti fondamentali per alimentare la creatività”, ha confessato ancora Pierre Bergé che prima d’incontrare il famoso couturier francese aveva già avuto una relazione con il pittore Bernard Bouffet. Nonostante i demoni ed i mali di Saint Laurent, nelle centinaia di lettere che compongono il libro, Bergè mette il luce il grande talento dello stilista, uno dei ‘motori’, oltre al sesso, del loro amore. ‘Non sarei mai riuscito ad amare un uomo senza talento- ha confessato ancora Pierre Bergé – Mi sarei annoiato enormemente. Ho dedicato tutta la mia esistenza a Yves convinto del suo talento, di quello che sarebbe stato il suo destino. Sono stato accanto a lui semplicemente e orgogliosamente perché la sua gloria e la sua grandeur potessero non affievolirsi mai”.

“Lettre à Ives”, Pierre Bergé
Edition Gallimard

Commenti Facebook
By | 2010-03-21T12:59:07+00:00 21/03/2010|Categories: Magazine|0 Comments

About the Author:

radioincorso
La web radio degli studenti dell'Università di Trieste. Collabora anche tu!