L’intervista – I Carry All e il punk rock fatto in casa

Il gruppo. Semplici, ironici ma anche molto determinati in quello che fanno: questi sono i Carry All, una band originaria di Tolmezzo che guarda all’Europa e strizza l’occhio all’America e a quei gruppi che hanno scritto pagine di musica ska/punk dagli anni ’90 in poi – Nofx, Less Than Jake e Rancid per citarne alcuni. Suonano insieme da più di dieci anni, hanno due album all’attivo e un terzo è già in cantiere. Lo registreranno interamente a casa loro e da come ne parlano sarà ancora più aggressivo di Drink It Yourself, l’ultima loro fatica uscita l’anno scorso. Negli ultimi dodici mesi hanno cambiato due componenti (bassista e batterista), ma confessano che la voglia di suonare e di divertirsi è sempre la stessa delle origini. Anzi, il cambiamento viene visto come un’occasione per conoscersi meglio e sperimentare nuove strade.

I Carry All, originari di Tolmezzo hanno due album all’attivo: Emotivhate e Drink It Yourself. Il terzo lo registreranno interamente a casa loro (foto da www.e-grapes.com)

L’intervista. Ad un concerto dei Carry All non puoi stare fermo. Quel mix di fiati, distorsioni e rullante ti travolge così come il pogo che li accompagna ad ogni performance, dalla Slovenia alla Germania e alla Repubblica Ceca, paesi dove hanno appunto suonato di recente. Venerdì 26 luglio però sono tornati in patria facendo tappa all’Home Page Festival di Udine. Radioincorso c’era e li ha intervistati per voi. Volete conoscerli meglio? Cliccate qui sotto e ascoltate chi sono veramente (c’è anche Michele “Il trombone”).

[podcast]http://www.radioincorso.it/wp-content/uploads/2013/07/Eventi-in-Corso-Simone-Firmani-Intervista-Carry-All.mp3[/podcast]

Commenti Facebook
By | 2013-07-29T10:36:27+00:00 29/07/2013|Categories: Musica|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author:

Simone Firmani
Ho 25 anni, una laurea specialistica in Scienze Politiche e sono giornalista pubblicista. Seguo l'evoluzione dell’informazione multimediale, ho una passione morbosa per il punk rock, un passato da cestista e un futuro ancora tutto da scrivere. Il presente? È qui, su Radioincorso.it.