L'Italia di Pianigiani vince l'amichevole contro la Croazia

Segnali positivi della nazionale di basket di coach Pianigiani che questa sera a Trieste, ha battuto in amichevole la Croazia 78 a 70. “Complessivamente – ha commentato il ct azzurro a fine partita – è stato un buon test. Dentro la partita ci sono state cose buone e alcune ingenuità ma sono contento per come l’abbiamo vinta. Abbiamo permesso a Bogdanovic di segnare in tutte le maniere e forse avremmo dovuto limitarlo e fargli fare una decina di punti in meno. Qualche sbavatura anche in attacco quando abbiamo smesso di muovere la palla come sappiamo. E’ stato però un buon allenamento e un altro passo in avanti nella nostra preparazione. Ora dobbiamo continuare a grattare ancora margini e miglioramenti in questa fase di preparazione e anche a qualificazioni in corso. Mi dispiace per l’espulsione di Repesa e per il mio fallo tecnico. Gli arbitri, soprattutto in questa fase, dovrebbero ascoltare di più i tecnici. Sono contento invece per il calore dimostrato dal pubblico di Trieste. E’ stato bello e importante giocare in questo clima così accogliente”.
Parte forte l’Italia sul parquet del Palatrieste e dopo appena 3 minuti il parziale è di 9 a 2 per gli azzurri, azzurri che però devono tentare di contenere per tutto il quarto Bogdanovic, che su 14 punti della sua squadra, ne realizza dieci da solo. La nazionale italiana, che parte con Mancinelli, Cusin, Datome, Ciancirini e Aradori, non si fa sorprendere e chiude il quarto con un parziale di 22-14.
Il secondo quarto si apre con la tripla del triestino Cavaliero che fa esplodere il pubblico di casa, pubblico che quando si parla di basket non delude mai le aspettative. Un secondo quarto molto teso da parte della panchina croata che dopo appena pochi minuti si vede espellere, per doppio fallo tecnico, l’allenatore Jasmin Repesa. L’Italia sfrutta il momento di difficoltà avversario e si porta fino a +13 con Gigli che schiaccia a canestro sul 37-24. L Croazia prova a reagire e accorcia le distanze chiudendo il secondo quarto prima della pausa lunga, 42 a 37.
Nel terzo quarto è dinuovo Bogdanovic a scatenarsi e a portare i rosso-bianchi a pari punti con gli azzurri, 47-47, ma l’Italia non molla e riesce a tenere testa agli avversari per tutto il quarto chiudendo 58 a 54 con una tripla di Chessa e una schiacciata di Datome.
Nell’ultimo quarto i croati rientrano in partita con un parziale di 4-0 a cui l’Italia risponde con un 10-2a cinque minuti dalla fine del match. Ma l’incontro non può finire in modo tanto semplice con coach Pianigiani che si fa fisciare fallo tecnico e con Bogdanovic che realizza quattro tiri liberi, uscirà poco dopo dal campo con gli applausi del pubblico per i suoi 31 punti realizzati. Gli azzurri tentano di allungare nuovamente le distanze con le realizzazioni di Cinciriani e Gigli a cui risponde Pilepic ma senza impensierire i nostri che chiudono l’incontro 78-70.
Gli azzurri saranno protagonisti in una nuova amichevole con la Croazia, domani alle ore 20.00 a Porec (Parenzo), con diretta su Sportitalia 2.

Tabellino partita:

Italia-Croazia 78-70 (22-14, 20-23, 16-17, 20-16)
Italia: Cavaliero 8 (0/2,2/4), Mancinelli 8 (4/6,0/3), Poeta 4 (0/1 da tre), Vitali, Cusin 8 (3/6), Datome 5 (1/2,1/4), Magro ne, Gigli 8 (3/7), Chessa 3 (0/1,1/2), Cinciarini 8 (1/2), Viggiano 12 (2/3,2/2), Hackett 6 (1/3,1/2), Polonara ne, Chiotti 4 (2/3), Aradori 4 (2/3,0/1). Allenatore: Simone Pianigiani. Assistente: Luca Dalmonte.
Croazia: Andric 5 (2/5), Vrbanc (0/1,0/1), Bogdanovic 31 (7/8,2/5), Stipcevic 2 (1/2,0/1), Rudez (0/3,0/2), Babic 2 (1/1), Simo 6 (0/1,0/1), Markota 8 (2/5,1/1), Pilepic 4 (1/3 da tre), Zoric 8 (2/8), Planicic ne, Ramljak 4 (2/2,0/1), Marcinkovic ne. Allenatore: Jasmin Repesa. Assistente: Sunara.

Dal nostro inviato Perla Del Sole
(foto www.fip.it)

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:16:23+00:00 08/08/2012|Categories: Sport|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.