Lo Schiaccianoci, una fiaba raccontata sulle punte

Sabato 27 dicembre è andata in scena al Politeama Rossetti di Trieste la prima delle due serate dedicate al balletto.  Ieri sera la compagnia di ballo di Mosca La Classique  ha portato sul palcoscenico tutto il romanticismo de Lo Schiaccianoci di Ciajkovskij. La compagnia diretta da Elik Melikov e composta da alcuni tra i migliori giovani talenti delle accademie e delle scuole del Bolshoi di Mosca, del Kirov di San Pietroburgo, e dei Ballets Theatres di Kiev e Odessa, ha emozionato il pubblico dello Stabile Triestino, riuscendo a creare l’atmosfera perfetta per raccontare una fiaba di romanticismo.. sulle punte.

DSC_0087

Particolare attenzione va posta alle coreografie di Marius Petipa, eseguite con grande trasporto e precisione tecnica dal corpo di ballo russo. Tra arabesques e pirouttes, la favola di Clara e del suo Schiaccianoci prende vita, coinvolgendo lo spettatore in una storia d’amore che inizia a delinearsi alla fine del primo atto con la Danza dei Fiocchi di Neve.Se il primo atto lascia colpiti, il secondo risulta essere la portata migliore. Ricco di pas de deux emozionanti dove la danza classica a tratti prende spunto dalla  danza araba,  da quella spagnola e dalla più preziosa tradizione russa, a lasciare incantato il pubblico del Rossetti è senza dubbio L’Apoteosi, un grande finale per bravura dei solisti e gli amatissimi numeri d’ensemble.

 

Commenti Facebook
By | 2014-12-28T17:23:15+00:00 28/12/2014|Categories: Magazine|Tags: , , , |0 Comments

About the Author: