L'omaggio alla musica italiana di Valentina Vetruccio

Valeria Vetruccio.

Sabato 9 marzo alle ore 21 al Teatro Miela, Valeria Vetruccio, pianista del Salento che si è fatta conoscere al pubblico di tutto il mondo, suonando anche a New York, proporrà questa volta al pubblico in sala un programma diverso dal solito e dedicato anche alla musica italiana. Si inizierà con musiche d’oltreoceano ascoltando brani di Gershwin, anche nella trascrizione pianistica e virtuosistica di Earl Wild, mentre nella seconda parte si darà spazio alla musica italiana con le rivisitazioni di Giancarlo Cardini di canzoni di musica leggera, con le canzoni di Gino Paoli e D’Anzi, e con le elaborazioni pianistiche della stessa Valeria Vetruccio, che suonerà le note di Domenico Modugno, Mia Martini, Buti, Piovani, Martino e Rabagliati.

Leccese di nascita, Valeria si è diplomata al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. Ha debuttato all’estero all’età di 17 anni e da allora ha avuto una carriera intensa e brillante, registrando anche il tutto esaurito nell’aprile 2012 al Carnegie Hall per il suo concerto n.5 di Beethoven sotto la direzione del M° John Rutter.

The Wall Street Journal l’ha definita “un’avvincente combinazione di vitalità e precisione tecnica”, qualità che ha sempre dimostrato ad ogni suo concerto.

 

Commenti Facebook
By | 2013-03-14T10:50:28+00:00 14/03/2013|Categories: Magazine|0 Comments

About the Author:

Marta Zannoner
Prima o poi la troverò una frase accattivante da scrivere. Forse.