L’Unione alza bandiera bianca al cospetto della capolista

Nonostante la sconfitta, la Triestina vista oggi contro Biancoscudati Padova ha dimostrato di essere una squadra compatta e con grande carattere, capace di impensierire la capolista del girone C di Serie D. Un segnale importante, che lascia una speranza nel pubblico e nei tifosi alabardati che ancora sognano la permanenza in categoria.

Complice la squalifica di Piscopo, Ferazzoli decide di ridisegnare lo scacchiere tattico della sua creatura con un 3-5-2, dove Rocco e Manzo sono chiamati agli straordinari per impensierire la retroguardia ospite. Fin dalle prime battute, il Padova prova a fare la partita, mentre la Triestina si limita a chiudere tutti gli spazi. Al 20′, Petrilli trova la rete con una magia da fuori area che non lascia scampo a Di Piero. La reazione dell’Unione non si vede e il Padova aumenta la pressione negli ultimi 25 metri giuliani. Prima Di Piero disinnesca una conclusione dell’ispirato Petrilli, poi Crosato sbroglia una situazione pericolosa in area di rigore. L’unico sussulto del primo tempo per il pubblico arriva dai piedi di Rocco, che per poco non riesce a servire Manzo in posizione favorevole. Nella ripresa Ferazzoli corre ai ripari e l’Unione ritrova coraggio. Ma nel momento migliore dei triestini, è il Padova a siglare la rete del doppio vantaggio con Ilari, lesto ad anticipare Di Piero. Due minuti più tardi l’Unione si sveglia e Giannetti riapre i giochi con un gran colpo di testa. A domare definitivamente il cuore e l’orgoglio alabardato è Zubin, che al 47′ si invola verso la porta di Di Piero e segna il 3-1 finale.

A Trieste il pensiero è già rivolto alla prossima sfida di campionato contro il Montebelluna, che attualmente occupa una posizione di metà classifica con i suoi 36 punti. Un buon modo per rialzarsi subito da una sconfitta che ha offerto tanti spunti positivi sui quali riflettere.

 

Davide Cavalca e Simone Zompicchiatti

Commenti Facebook
By | 2015-03-16T09:38:37+00:00 16/03/2015|Categories: Magazine, Sport|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author:

Studente di Scienze della comunicazione, 24 anni, preparatore dei portieri del San Vito al Torre e istruttore di scuola calcio CONI FIGC. Ho un passato da articolista e editorialista per TuttoUdinese.it. Ritengo che lo sport sia fatto di passioni e emozioni che vale sempre la pena raccontare.