L’uomo bicentenario è diventato realtà

Il sogno di tutti i bambini: avere un giocattolo con cui parlare e che possa rispondere. Possedere un uomo bicentenario che ci aiuti e ci tenga sempre compagnia, conoscendoci meglio di chiunque altro, non è più solo frutto dell’immaginazione. Il 5 giugno infatti, SoftBank Mobile e Aldebaran Robotics hanno presentato al mondo Pepper, il primo robot in grado di leggere le emozioni umane.

A presentare Pepper è stato il fondatore della SoftBank, Masayoshi Son.

A presentarlo ufficialmente è stato il milionario Masayoshi Son, fondatore della SoftBank Mobile, il quale ha ribadito con semplici parole la mission dell’azienda: «Il nostro scopo è sviluppare robot affettuosi, che possano far sorridere le persone». Per rendere più umano Pepper, tutte le esperienze “vissute” dal piccolo automa verranno caricate su un sistema che permetterà di metterle a disposizione dei suoi simili. Per comunicare con gli umani è invece stato installato un sistema simile al riconoscimento vocale, i movimenti della braccia e l’analisi di espressioni e toni della voce. Per ampliare le sue funzioni è possibile installare all’interno della sua memoria svariate app. L’autonomia del robot è di 12 ore, con la batteria integrata agli ioni di litio, che permette il funzionamento di 4 microfoni, 2 videocamere RGB, 1 sensore 3D e 3 sensori touch nella testa, 1 giroscopio nel petto, 2 sensori touch nelle mani, 2 sonar, 6 laser, 3 bumper e 1 giroscopio nelle gambe, nonchè di 20 motori che permettono il movimento di testa, spalle, gomiti, polsi, dita, anca, ginocchio e base.

Inizialmente Pepper sarà inserito tra il personale degli store di due negozi dell’azienda giapponese SoftBank, ma a partire da febbraio del prossimo anno sarà possibile per chiunque acquistarlo, al prezzo stimato di 198.000 yen, circa 1.400 euro (tasse escluse). In realtà il piccolo umanoide arriva dopo Nao, un robot realizzato dall’azienda francese Aldebaran allo scopo di aiutare i bambini affetti da autismo. Proprio la compagnia d’oltralpe ha dichiarato però che Pepper è il primo robot progettato per vivere con gli umani, è infatti in grado di apprendere il comportamento delle persone e interagire con loro in modo naturale.

Commenti Facebook
By | 2017-02-12T16:21:25+00:00 10/06/2014|Categories: Magazine, Mondo, Tecnologie|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa