Milano ci ripensa, la settimana della Moda sarà di sette giorni


Milano, ammonita, incassa, e ci ripensa. La settimana della moda, ci sarà, e sarà quella solita. Nemmeno la Wintur questa volta potrà fare nulla. E’ stato proprio per soddisfare una sua richiesta, infatti, che la Camera della Moda nelle ultime sfilate di febbraio ha concentrato i più importanti defilé per conciliarli con i numerosi impegni della ‘regina’ di Vogue America. Decisione, che oltre a essere un gran segno di sudditanza, aveva anche messo in cattiva luce la moda italiana. Per fortuna le cose si sono riallineate e per il prossimo appuntamento della Primavera/Estate 2010 saranno ripristinati i sette giorni canonici in cui gli stilisti potranno sfilare senza l’ansia di non essere visti da chi conta. Un passo, questo, che mette i puntini sulle i e fà capire che Milano non si fà mettere i piedi in testa da nessuno, Wintur inclusa. Decisione, questa, che ha subito avuto enormi consensi da tutto il sistema moda Made in Italy. “Era venuto il momento di riconsiderare le ultime decisioni della Camera della Moda -afferma Giorgio Armani – anche perchè da questo calendario dipende tutto il nostro tessuto industriale. La decisione presa – continua ‘Re Giorgio’ – dimostra anche che se lo vogliamo possiamo imporre la nostra volontà per valorizzare il nostro ricco ed inimitabile patrimonio”.

Commenti Facebook
By | 2010-04-14T11:54:52+00:00 14/04/2010|Categories: Magazine|0 Comments

About the Author:

radioincorso
La web radio degli studenti dell'Università di Trieste. Collabora anche tu!