Miles Gloriosus. Morire d’uranio impoverito

Teatro d’impegno, teatro – denuncia, quello che approda al Teatro Stabile da venerdì 13 a domenica 15 febbraio. Si tratta di Miles Gloriosus. Morire d’uranio impoverito, scritto e diretto da Antonello Taurino.
Negli anni Novanta, i nostri soldati vanno a combattere: orgoglio e belle parole. A poco a poco ritornano dalle missioni, finalmente a casa, e muoiono. Uno dopo l’altro. Perché? Senza assistenza, sparsi, dimenticati, di Serie B. Perché? È colpa dell’uranio impoverito. Ma è colpa ugualmente dell’indifferenza, dell’interesse, della superficialità. A dirlo a chiare lettere è questo autore coraggioso, che intreccia impegno e ironia nella sua carriera. Uno spettacolo che porta con coraggio e decisione sotto i riflettori una storia di soldati, di misteri e di morti. Una storia di vergogna e di responsabilità mai chiarite, di bei proclami che cozzano col tentativo di insabbiare spinose verità. Una storia vera a cui si stenta a credere.

Commenti Facebook
By | 2015-02-12T22:41:28+00:00 12/02/2015|Categories: Magazine|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Da sempre ho manifestato una forte propensione per la scrittura, una passione che mi ha portato ad iscrivermi al corso di laurea in scienze della comunicazione, in vista di una futura specializzazione nel ramo giornalistico. Appassionata di moda, sogno di scrivere per un’importante rivista.