Morte di Vigor Bovolenta: veglia notturna della moglie e dei compagni di squadra

Continuano le lacrime a Forlì per la morte del pallavolista Vigor Bovolenta, il giocatore 37enne che stava disputando l’incontro di B2 tra la sua Forlì e la Lube Macerata, padre di quattro figli, 553 partite giocate in serie A1 e una serie di vittorie da fare inviadia a chiunque, due scudetti, due coppe campioni, altre coppe europee, un Mondiale per Club, un argento alle Olimpiadi di Atlanta 1996, un Europeo e quattro World League.Ma tra le tante lacrime ci si fanno domande, perchè un giocatore csì forte fisicamente e che aveva da poco fatto test sportivi può morire in questo modo? Sarà l’autopsia di domani mattina a rispondere i quesiti che si pongono la moglie, i fratelli e i compagni di squadra che questa notte, a turno, hanno vegliato la salma.

Intanto arrivano parole di dolore e conforto da tutti quelli che l’hanno conosciuto, come dall’ex compagno di squadra azzurra Andrea Giani: ”La morte di Vigor Bovolenta ha sconvolto tutti, non riesco a trovare le parole. La prima volta che ci siamo incontrati, durante il riscaldamento a rete mi attacco’ in testa e mi arrabbiai molto. Aveva piu’ o meno 17 anni, era agli inizi con l’agonismo e da allora abbiamo giocato insieme per tanti anni”.

Sono diversi i pareri medici che si esprimono a riguardo in queste ore come quelle del presidente della Federazione medico-sportiva italiana, Maurizio Casasco: “L’Italia ha il minor numero di morti improvvise sul campo al mondo. Rispetto agli altri Paesi, le morti improvvise da noi sono pochissime.  E questo grazie all’opera di Coni e Federazione medico-sportiva, oltre ad una legge dello Stato che il mondo ci invidia e allo screening cui gli atleti ogni anno vengono sottoposti”. Ma c’è anche chi, come il professor Francesco Fedele, ex presidente della società italiana di cardiologia, propone non più test come la scaletta o lo step ma prove cardiologiche più sofisticate e defibrillatori a bordo campo per combattere la morte improvvisa sul campo.

Perla Del Sole

 

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:38:56+00:00 25/03/2012|Categories: Sport|Tags: , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.