Non solo il freddo gela l’Udinese: il Torino espugna il Friuli

Dopo 29 anni di imbattibilità al Friuli, il Torino di Ventura riesce ad espugnare il tempio friulano con due contropiedi letali per gli uomini di Francesco Guidolin. Era dal 1984 che il Torino non vinceva ad Udine, addirittura dai tempi di Aldo Serena, autore dell’ultimo successo granata in terra Friulana (0-1, ndr). La più classica delle tattiche all’italiana però è riuscita a mettere subito in difficoltà i bianconeri, incapaci di trovare il varco giusto tra le file avversarie, che per larga parte del match hanno preferito rimanere dietro la linea della palla, concentrandosi su rapide ripartenze. L’Udinese tuttavia ha cominciato bene la partita, con la prima occasione già al 2’ quando Di Natale calcia al volo centrale su una gran palla dell’ottimo Pereyra. E’ ancora Di Natale al 10’ a farsi sentire, con un destro dalla distanza che però si perde sul fondo sotto gli occhi attenti dell’ex bianconero Padelli. Dopo le sortite dei friulani, é il Torino a sfiorare il vantaggio al 14’ con Immobile che, servito da un tacco di Cerci, si presenta a tu per tu con Brkic, sparando però alto il pallone sopra la traversa. Da questo momento in poi l’inerzia del gioco passa nelle mani dei granata, che infatti dopo solo tre minuti tornano a sfiorare la rete sempre con Immobile, che sbaglia la misura del suo diagonale che termona a pochi centimetri dal palo. Fino alla fine del primo tempo c’è grande equilibrio in campo, con nessuna azione realmente significativa da ambo le squadre. Il secondo tempo però comincia con i fuochi d’artificio, grazie ad un bel gol di Farberud su azione di contropiede impostata magistralmente da Alessio Cerci, che riscopre le sue qualità di assist man. Cala il gelo sul Friuli: è 0-1! Guidolin però non si perde d’animo, e grazie ai cambi di Maicosuel e Nico Lopez cerca di ribaltare il risultato con un team tutto a trazione anteriore. L’imprecisione del reparto offensivo bianconero e la rocciosa difesa del Torino arginano i possibili pericoli per la porta ospite, ben sorvegliata da Padelli. Nella disperata volontà di vincere il match l’Udinese viene infilata dall’ennesimo contropiede, dove Immobile finalmente riesce a sbloccarsi facendo il suo sesto centro stagionale con un bel colpo di testa. La squadra friulana prova il tutto per tutto, ma, come un onda che si infrange contro gli scogli, viene respinta a largo dalla difesa avversaria, che non fa passare un solo pallone. La partita termina al 94° con il punteggio di 0-2. Ora il Toro sale al 7° posto in classifica con 22 punti, mentre per i friulani la situazione si fa pericolosa a causa dei soli 17 punti raccolti fino ad ora. La prossima gara contro il Livorno potrebbe già essere decisiva in vista della salvezza.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:11:55+00:00 15/12/2013|Categories: Sport|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.