La webradio
di UniTS

Current track

Title

Artist

Current show

Current show

Background

Nuoto, Marco Urbani vince la 10 Km di Caorle

Written by on 16 Luglio 2018

Domenica 15 luglio è stata una giornata importante per il nuoto italiano, si è infatti tenuta a Caorle la 10 km valida per la qualificazione Grand Prix nazionale di fondo in acque libere della FIN. La gara, a cui hanno preso parte atleti di altissimo livello, è stata resa ancor più impegnativa da un peggioramento delle condizioni del mare. Sulla vetta del podio troviamo il campione triestino classe 1987 Marco Urbani, che subito dopo la gara ha condiviso con RadioInCorso le sue sensazioni.

Marco, quanto è importante questa gara in vista dei prossimi appuntamenti della stagione?

-Questa è una delle gare più pesanti della stagione, inoltre è molto importante dato che vale la qualificazione al Grand Prix nazionale di fondo in acque libere.

Chi erano gli avversari da battere?

-Tutti gli atleti avevano un’ottima preparazione tecnica ma credo che l’uomo da battere sia stato soprattutto l’austriaco Jan Hercog. Oltre al fattore età dalla sua parte (l’atleta austriaco è nato nel 1998, ndr), vanta già esperienze internazionali in Coppa Europa e nella Coppa del Mondo, e punta alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Anche i due Italiani Federico Del Pup e Andrea Crevatin non erano da sottovalutare, dato che ambedue hanno già dei titoli italiani giovanili nel loro palmares.

Quando hai capito che avresti potuto vincere la gara?

-La gara è stata caratterizzata da una partenza veloce con il formarsi di un quartetto al comando, per poi diventare molto più tattica nella parte centrale in quanto nessuno voleva prendersi la responsabilità di tirare il gruppetto. Arrivati all’ottavo chilometro ho provato a capire le condizioni degli altri tre, e vedendo che avevano difficoltà a tenere la mia scia ho deciso di aumentare in maniera decisa il ritmo per staccarli, arrivando al traguardo in solitaria.

Qual è il tuo obiettivo per questa stagione?

-Questa vittoria è molto incoraggiante in vista di quello che è il mio obiettivo stagionale, cioè gli Europei master che si terranno il Slovenia a settembre, a Bled e Kranj. È un appuntamento importante, dove devo difendere il titolo europeo conquistato 2 anni fa a Fiume, sulla 5 km.

Commenti Facebook