Pallacanstro Trieste 2004: Brandon Wood schiaccia Imola!

Imperativo: Vincere! Dopo cinque sconfitte consecutive, la Pallacanestro Trieste 2004 di coach Dalmasson, è chiamata a vincere in casa contro l’ultima in classifica, l’Aget Imola.

Un avvio di gara a favore dei ragazzi di casa comandati dal solito Harris che tenta di mettere punti del cassetto e di mettere in evidenza il nuovo arrivo in squadra, Wood che sbaglia due tiri liberi. Imola, che non trascorre un periodo favorevole, solo due punti dall’inizio del campionato, prova a rimanere in scia con Dordei e Niles (11-08). Dopo 5 minuti di gioco, Wood sbaglia una tripla ma recupero di Harris e Ruzzier manad a canestro Diliegro, coach Vecchi e costretto a chiamare minuto. Quando mancano due minuti alla fine del quarto non cambia il filo conduttore della partita, è il nuovo innesto in squadra Wood che tiene alto il punteggio della squadra con 11 punti segnati (20-13). Sotto canestro Diliegro prova a mandare dai tre punti Harris, l’americano sbaglia ma è lo stesso Diliegro che firma il 22 a 13. In un incontro che dovrebbe dominare Trieste, Imola non molla il colpo e il primo quarto si chiude con un canestro di Niles (24-18).

Tra gli applausi del pubblico, dopo due minuti dall’inizio del secondo quarto, Dalmasson decide di dare respiro a Wood sostituito da Andrea Coronica classe ’93. Un quarto fermo sul 29 a 20 per tre minuti dove il coach triestino decide di dare spazio ad Emanuele Urbani, mai entrato dall’inizio della stagione che premia la fiducia con un canestro immediato che precede quello del giovane Tonut su assist di capitan Carra (33-21). Con uno scambio di passaggi tra Carra e Wood, il capitano riesce a infilare una tripla che sblocca il risultato fermo sul tabellone da diversi minuti (38-30). Su un errore di Fossati a trenta secondi dalla fine dai tre punti, arriva il canestro di Harris (40-32). Il capitano bianco-rosso chiude il secondo quarto con due realizzazioni in lunetta per un fallo di Niles (42-32).

I quindici minuti di pausa non hanno l’effetto sperato sul quintetto di casa che con numerosi errori si fa recuperare da Poletti e da Young (47-38). Harris, su assist di Wood, si fa perdonare l’errore sull’azione precedente (per una distrazione non intercetta l’assist di Carra) e con due canestri porta la squadra a +11 (51-40). Con le giocate di Wood, Trieste si risveglia dall’inerzia che l’aveva colpita nel secondo quarto e a tre minuti dalla fine della penultima frazione di gioco, comanda 61 a 49. Un minuto e venti prima della pausa che precede l’ultimo quarto e Wood firma il +16 (65-49) e ventuno punti sul tabellone per lui. Nulla da fare per Imola, Trieste domina tutto il terzo quarto, +19 (68-49).

Nulla di nuovo nell’ultimo quarto al PalaTrieste, Wood comanda sul parquet e sul tabellone con 25 punti, gli stessi di vantaggio che i bianco-rossi hanno su Imola (74-49). Ci prova anche il giovane Candussi da tre punti ma Niles, l’unico in mostra tra gli avversari, recupera e prova a lanciare in avanti la squadra. Triple da ogni lato della linea dei tre punti, tutte firmate Brandon Wood che a quattro minuti dalla fine del quarto esce in favore di Stefano Tonut con 31 punti segnati e la squadra avanti di 29 punti (82-54). Un match che si chiude in netto favore di Trieste, 30 i punti di vantaggio (89-59) per una squadra che adesso dovrà ricostruire punti e morale perso negli ultimi incontri per rimanere in serie Adecco Gold senza difficoltà.

PALLACANESTRO TRIESTE 2004 – AGET IMOLA 89-59 (24-18); (42-32); (68-49).
TRIESTE: Fossati 2, Tonut 3, Harris 16, Ruzzier 5, Coronica 0, Diliegro 14, Candussi 4, Carra 12, Urbani 2, Wood 31. All. Dalmasson
IMOLA: Maccaferri 3, Young 10, Gorrieri 0, Poletti 7, Folli 0, Mastellari 0, Dordei 10, Niles 21, Mancin 2, Iannone 6. All. Vecchi
Arbitri: Giovanrosa, Belfiore, Yang Yao.

Commenti Facebook
By | 2017-05-21T12:11:47+00:00 19/01/2014|Categories: Sport|Tags: , , , |0 Comments

About the Author:

Perla Del Sole
Ventisette anni, laureata in Scienze della Comunicazione, frequento un Master in Lingua, Letteratura e Arte a Lugano. Giornalista pubblicista vivo per i tuffi, il basket e tutte le emozioni che il mondo dello sport è in grado di regalarci.