Paolo Bolpet insegna: web fondamentale per comunicare le proprie idee

Avere un’idea non è sufficiente, bisogna essere in grado di divulgarla: conoscere gli obiettivi che si vuole raggiungere, passare alle strategie e alle tecnologie da usare, con un occhio di riguardo ai propri interlocutori. E’ questo ciò che Paolo Bolpet, consulente e web strategist, ha spiegato nella mattina di giovedì 22 novembre 2012 presso l’aula magna del Polo umanistico dell’Università di Trieste in via Bocaccini, al convegno organizzato da Campus d’Impresa: “Rendi la tua idea visibile con il web e i social media“.

Paolo Bolpet durante la sua conferenza

Bolpet nel suo discorso parte da lontano, affermando che una volta il mercato era un luogo dove la conversazione e lo scambio di informazioni erano il pane quotidiano. Questi aspetti sono andati quasi perduti nell’epoca della televisione – periodo definito dal consulente “di silenzio” – ma sono stati recuperati con l’avvento di Internet e dei social network. L’importanza del web è fondamentale, secondo Bolpet, in quanto permette di conoscere e misurarsi con i propri possibili interlocutori.  L’interlocutore è prima di tutto una persona, e come tale va conosciuta. Non è un dato statistico. Ognuno di essi ha una storia, una vita, una famiglia e delle preferenze. Studiarne i gusti in base alle azioni che compie su internet è uno dei primi passi per poter indirizzare la propria idea a quel determinato individuo. Per farlo però, continua Paolo Bolpet, bisogna avere coerenza con gli obiettivi che si vogliono raggiungere e saper attrarre quella determinata persona fornendo valore, cioè informazioni importanti per comunicare quanto utile può essere la propria attività, ma sempre con sincerità e trasparenza. Infondere fiducia quindi, un aspetto che dall’inizio della crisi del 2008 è divenuto ancora più necessario, poiché nessuno investe più se non ci crede veramente.

Ma come si può comunicare la propria idea agli altri? Bolpet risponde che la soluzione sta nel conoscere i luoghi che il proprio interlocutore frequenta, e quindi far parte della sua stessa community, discutere, proporre soluzioni e indirizzare gli interessati verso il proprio sito o blog, aumentando così la propria credibilità. Uno degli esempi è la Campagna elettorale svolta da Barack Obama nel 2008. Non si trattava solamente di un grande uso dei social network – sostiene l’esperto di internet marketing – ma della capacità di parteciparvi e di indirizzare gli utenti verso un unico blog, il blog ufficale dell’attuale presidente americano. Tuttavia, la tecnologia non sopperisce alle mancanze operative ed organizzative per cui può essere d’aiuto per poter sviluppare e far crescere un’idea. Prima di tutto, infatti, bisogna sapersi organizzare, cioè creare le basi sui cui costruire il proprio progetto. Solo a quel punto, ha concluso Bolpet, si potranno avere possibilità di successo.

Commenti Facebook

About the Author:

Simone Firmani
Ho 25 anni, una laurea specialistica in Scienze Politiche e sono giornalista pubblicista. Seguo l'evoluzione dell’informazione multimediale, ho una passione morbosa per il punk rock, un passato da cestista e un futuro ancora tutto da scrivere. Il presente? È qui, su Radioincorso.it.