Pierfrancesco Favino è Servo per due al Rossetti

Sono singolari talvolta i percorsi di certi testi, che attraversano il tempo e rinascono attraverso riscritture e interpretazioni sempre nuove. È questa la storia di One Man, Two Guvnors, piéce del commediografo inglese contemporaneo Richard Bean che – fra i più attesi appuntamenti del cartellone Prosa – arriva sul palcoscenico del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia dal 20 al 24 novembre grazie al lavoro appassionato di Pierfrancesco Favino e di una notevole compagnia d’artisti.

Pierfrancesco Favino è regista ed interprete di “Servo per due”.

La commedia ha debuttato con clamoroso successo nel 2011 al National Theatre di Londra, poi ha avuto un tour in Inghilterra, repliche nel West End e alla fine del 2011 l’esordio a Broadway. Pierfrancesco Favino l’ha tradotta e adattata (assieme a Paolo Sassanelli, Marit Nissen e Simonetta Solder), diretta e ne è anche l’interprete principale attorniato da un corposo cast: dal mondo anglosassone, la restituisce alla scena italiana. “Restituisce” perché One Man, Two Guvnors è tratta in modo libero, intelligente e attuale da Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni.

Nel lavoro di Favino – che interpreta proprio il Servitore del titolo, e conserverà dell’originale la leggerezza, la furbizia e l’ossessione della fame – riconosceremo tutti i tratti fondamentali della Commedia dell’Arte, espressi attraverso codici vicini alla nostra sensibilità, dalla musica allo slapstick, dalla coreografia alla clownerie. Una commedia comica, dunque, con attori che cadono dalle scale, sbattono le porte, fanno battute a doppio senso e interagiscono con il pubblico: uno spettacolo costruito sulla combinazione comicità visiva e verbale e che non disdegna l’apporto musicale, assicurato dal vivo da una piccola orchestra di quattro elementi.

Commenti Facebook
By | 2013-11-19T11:19:15+00:00 19/11/2013|Categories: Cultura e spettacoli, Teatro|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Enrico Matzeu
Direttore artistico di Taglia Corti. Scrive di moda, costume, design e tv per molte testate on-line e commenta la televisione ogni sabato su Rai Tre a TvTalk.