Pomeriggi d’inverno 2016-2017: stagione di figura a Gorizia

Il 26 novembre, lo spettacolo Il ritorno d’Irene, produzione dedicata alla Grande Guerra, ha dato inizio alla 18° edizione del Teatro di Figura di Gorizia al Kulturni Center Lojze Bratuž. Questo è l’unico teatro in Friuli Venezia Giulia interamente dedicato al teatro di figura.

Girotondo per il mondo è il tema portante della stagione 2016-2017 e il filo rosso che congiunge i sette spettacoli è quello di rileggere la storia e interpretare il nostro tempo con uno sguardo a misura di bambino.

kolok 1Dopo Il ritorno d’Irene, a dicembre è stato proposto lo spettacolo Kolok, i terribili vicini di casa dal testo di Philip Radice. Lo spettacolo Celeste, la fiaba dei colori apre il 2017 portando in scena, il 21 gennaio, gli attualissimi temi della diversità, dell’inclusione e dell’integrazione. A febbraio ci sarà un doppio appuntamento: il 4 sarà ospite del teatro lo spettacolo, firmato Teatri di Bari e Senza Piume Teatro, Ahia! e, il 18, La gallinella rossa riportando, così, al Bratuz la storica realtà teatrale Accademia Perduta/Romagna Teatri. L’attività produttiva racconterà una storia di collaborazione, tenacia e anticonformismo dimostrando che rinunciare all’egoismo e unire le forze permette di realizzare importanti progetti. Il 4 marzo verrà presentato uno spettacolo sulla paura di amare: Zac! Colpo al cuore. Il finale di stagione sarà sabato 18 marzo con la nuova produzione CTA Pecorelle, dal testo di Antonella Caruzzi. La pièce è dedicata al sonno e all’infanzia e ai grandi giochi che l’immaginazione può fare per rendere più dolce e sereno il momento in cui ci si addormenta.

Commenti Facebook

About the Author: