Premiato un giovane attore del CRUT al Festival del Teatro Sociale

La quindicesima edizione del “Festival del Teatro Sociale – Proscenio Aggettante”, svoltasi la scorsa settimana nel comune livornese di San Vincenzo, ha premiato un giovane attore della compagnia teatrale del CRUT di Trieste, Maurizio Lippi.

La Compagnia Teatrale del Crut ha portato a San Vincenzo la commedia di Luigi PirandelloIl Berretto a sonagli”, per l’adattamento e la regia di Giorgio Amodeo.

Maurizio Lippi interpreta il Delegato Spanò.

 Maurizio Lippi si è aggiudicato il premio di miglior attore non protagonista per il ruolo del Delegato Spanò. La giuria, presieduta dall’attrice Fioretta Mari, ha motivato la scelta affermando che Lippi ha “interpretato in modo efficace, nonostante la giovane età, un personaggio che grandi caratteristi hanno già portato sulla scena”.

“Il berretto a sonagli” è una delle più rappresentate commedie di Luigi Pirandello e raccoglie i temi cari all’autore: l’apparenza, la vergogna sociale, la difficile interpretazione della verità. La vicenda parte da un adulterio, quello del Cavalier Fiorica con la giovane Nina Ciampa. L’anziano marito di Nina tollera la situazione purché sia salva la “faccia”, la sua rispettabilita’. E’ invece stufa di subire corna la moglie del Cavaliere, che decide denunciare il fatto e, seppur tutta la famiglia e lo stesso Signor Ciampa le vadano contro, fa scoppiare lo scandalo. Così bolla con un marchio d’infamia tre persone: uno, d’adulterio; un’altra, di sgualdrina e Ciampa del berretto della vergogna, il berretto a sonagli appunto. Alla fine sarà lei a rimetterci, finendo in manicomio per tre mesi, solo per dimostrare che tutta la storia è stata solo una sua follia e così salvare il buon nome di Ciampa.

Commenti Facebook

About the Author: