Prigioniero della Seconda Strada in scena presso La Contrada

Dal 17 al 26 gennaio presso La Contrada – Teatro Stabile di Trieste è di scena Prigioniero della Seconda Strada di Neil SImon, un’ opera teatrale particolarmente attuale, nonostante debuttò a Broadway già nel 1971 e divenne un film prodotto e diretto da Melvin Frank nel 1975.

I protagonisti stavolta sono Maurizio Casagrande e Tosca D’Aquino, rispettivamente nelle parti di Mel ed Edna, una coppia che vive a New York in un condominio della Seconda Strada dove è difficile dormire a causa un condizionatore mal funzionante, rumori ambigui, uno sciacquone rotto, cani che abbaiano e così

Maurizio Casagrande nei ruolo di Mel, un uomo che dopo 22 anni di servizio perde il lavoro

via. Mel, in particolare, soffre di insonnia, ma il vero problema è che ha perso il lavoro dopo 22 anni di servizio ed Edna, con forza ed energia, fa di tutto per cercare di risollevare il marito che non riesce più a dare un senso alla vita.
Il duo è particolarmente affiatato e Maurizio Casagrande rientra perfettamente nella parte con grande umorismo, riuscendo a divertire il pubblico che ride di un sorriso amaro, dettato dalla bravura dell’attore, ma alla base di una storia che si rivela quasi una tragedia.

Importante per la guarigione di Mel è l’aiuto di un terapista, del fratello e delle tre sorelle, che fin da piccoli nutrono nei suoi confronti un sentimento di amore-odio.
Una lunga scena è dedicata a questo rapporto interfamiliare, quasi a voler sottolineare l’importanza dei legami affettivi dell’infanzia, con le loro difficoltà e stranezze.

Ma l’unico “deus ex machina” che riuscirà a salvare la coppia è il vero amore, la forza che scaturisce un rapporto sano e vivo, a cui poco interessa il denaro.

Commenti Facebook
By | 2014-01-21T13:35:09+00:00 21/01/2014|Categories: Teatro|Tags: , , |0 Comments

About the Author:

Studentessa non modello della Scuola per Interpreti e Traduttori di Trieste, ma originaria del profondo Sud. Sono appassionata delle più svariate forme d'arte che accordano o scordano (a seconda dei gusti) l'anima e faccio parte del team di Radioncorso.it dal 2013 in qualità di giornalista e speaker.