Pronta a nascere la superband dei sogni

Mike McCready dei Pearl Jam, Duff McKagan ex Guns N’ Roses, e Barrett Martin degli Screaming Trees che suonano insieme in uno stesso palco vi sembra un sogno? Beh sappiate che questo sogno potrebbe presto diventare realtà perchè sembra che i tre si vogliano unire in un unico gruppo, rimasto al momento ancora senza nome. Principale autore del progetto il chitarrista McCready, che vorrebbe completare la formazione, secondo quanto riferito a Billboard, con un’alternanza di cantanti.

Mike McCready, ideatore del progetto.

«Duff, Barrett e io ci siamo trovati per scrivere qualcosa di nuovo e per cercare di lavorare sui demo di quello che sarebbe stato il secondo disco dei Mad Season» ha riferito McCready, «Ne abbiamo già parlato con Jaz dei Killing Joke, a adesso stiamo cercando qualche cantante che abbia voglio di mettersi al lavoro con noi su questo materiale». Secondo le sue intenzioni l’eventuale disco della formazione dovrebbe essere pubblicato dall’etichetta di proprietà dello stesso cantante, la Hockeytalkter Records. Non è solamente l’addetto alle sei corde ad essere entusiasta del progetto «Avevo un mucchio di idee per canzoni nuove, e anche Duff e Mike ne avevano», ha infatti confermato Barrett «Tutte idee che non avremmo voluto far confluire nel progetto Walking Papers: così abbiamo deciso di entrare in studio e di registrarle».

Non si sa ancora quando le nostre orecchie potranno deliziarsi con le note di questi tre maestri della musica, ma il disco sembra ormai opera certa «Quando pubblicheremo tutto? Quanto tutti i cantanti che abbiamo contattato ci rispediranno indietro la loro parte di voce…». Speriamo che il disco abbia successo sufficiente a convincere i tre ad intraprendere un tour e definire così, forse, chi avrà il ruolo del cantante.

Commenti Facebook
By | 2013-03-06T09:38:19+00:00 06/03/2013|Categories: Musica|Tags: , , , , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa