Quando l'arte è alternativa, la neve diventa la tela

Impossibile riuscire a realizzare i cerchi sul grano? Beh Simon Beck ci dimostra invece come realizzare un’altra idea stravagante e fuori dall’ordinario: il land art sulla neve.

Simon Beck

In realtà è già da qualche hanno che il fenomeno della land art si sta diffondendo, infatti il connubio tra arte e natura dimostra come sia possibile abbellire e decorare i paesaggi naturali senza intervenire massivamente su di essi. Così Simon Beck utilizza il manto innevato come se fosse una tela bianca, decorando le cime francesi nella regione della Savoia, proponendo disegni geometrici ad alta precisione. Nessun colorante artificiale o elementi esterni, ma solo le classiche ciaspole.

Sicuramente deve esserci tanta pazienza e passione alla base di questa arte, che richiede fino a 9 ore per realizzare un disegno complesso. Il primo passo è decisivo perché, come spiega l’artista, che di professione è ingegnere, la neve soffice si modella da subito e dopo si potrà solo rinforzare il solco ripassando sulle orme lasciate. Interessante la metodologia, che per riuscire a creare un effetto 3D deve essere eseguita nel momento in cui il sole è più alto, ma bastano una folata di vento gelido o una nuova nevicata che i cerchi nella neve si dissolvono per sempre, lasciando dietro di sé il ricordo di qualcosa di magico e unico.

 

 

Commenti Facebook
By | 2013-02-07T18:38:04+00:00 07/02/2013|Categories: Mondo|Tags: , |0 Comments

About the Author:

Chiara Zanchetta
In testa un uragano di idee, in tasca due lauree in Comunicazione. Nella vita? Chi lo sa