Rapporto ANVUR sulla qualità della ricerca: SISSA ai primi posti, male Udine e Trieste

Una notizia buona e una cattiva, anzi due. È stato pubblicato il rapporto finale della Valutazione della Qualità della Ricerca italiana (VQR) per il settennio 2004-2010 da parte dell’ANVUR, l’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (qui il link alla pagina ufficiale). La buona notizia è vedere al quarto posto delle piccole strutture la SISSA di Trieste, su una classifica di ventisette soggetti – un elemento di orgoglio per tutto il Friuli Venezia Giulia e non solo. Le due cattive notizie sono invece quelle che riguardano gli atenei di Udine e Trieste, fermatesi, nella classifica delle grandi università, rispettivamente al 20esimo e al 29esimo posto, su un totale di trenta soggetti. Ma andiamo con ordine.

Il logo dell’ANVUR, l’Agenzia Nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca.

Il rapporto. Sono state 133 le strutture valutate, tra cui 95 università, 12 enti di ricerca sotto vigilanza del Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca (MIUR) e 26 enti “volontari” (9 enti di ricerca e 17 consorzi interuniversitari). Queste strutture sono state divise in Grandi, Medie e Piccole, in base al numero dei soggetti preso in riferimento. Il lavoro complessivo è durato una ventina di mesi, essendo iniziato l’11 novembre del 2011. 450 sono stati gli esperti chiamati a valutare oltre 180 mila prodotti, divisi per quattordici aree di ricerca e valutati in base ai criteri di rilevanza, innovazione ed internazionalizzazione. Gli autori di questi prodotti sono i ricercatori, gli assistenti, i professori di prima e seconda fascia e i ricercatori e tecnologi degli enti di ricerca.

Le classifiche. I risultati sono stati pubblicati secondo delle graduatorie ben precise. Chi ha ottenuto un punteggio medio più elevato tra tutte le aree disciplinari si è classificato ai primi posti, a seguire i meno meritevoli. Per le grandi università spiccano Padova, Milano Bicocca e Verona; per le medie volano Trento, Bolzano e Ferrara; infine le prime tre delle piccole sono Pisa S. Anna, Pisa Normale e Roma Luiss, seguite al quarto posto, appunto, da SISSA Trieste.

L’obiettivo. Il lavoro svolto dall’ANVUR, e più precisamente dalla VQR, è quello di effettuare una verifica della qualità della ricerca a livello italiano, in modo tale da dare una panoramica generale del livello di ciascun ente. Così facendo, non solo gli organi di governo potranno decidere chi finanziare di più, ma anche famiglie e studenti potranno indirizzarsi verso gli organi più efficienti. E soprattutto servirà agli stessi atenei ed enti per incentivare un miglioramento proprio nella qualità della ricerca.

Il neo assessore al Bilancio del FVG, Francesco Peroni. Aveva espresso perplessità sull’ANVUR quando era Rettore dell’Università di Trieste.

Perplessità. C’è da dire, in conclusione, che l’ANVUR non è visto di buon occhio da tutto il personale universitario. Anzi. Gli si rinfaccia spesso il problema dei criteri di valutazione, spesso troppo oggettivi e per questo non adattabili nella stessa maniera a discipline scientifiche ed umanistiche. In tal senso, ai microfoni di The Most era intervenuto qualche mese fa l’ex Rettore dell’Università di Trieste Francesco Peroni, ora assessore al Bilancio per la Regione Friuli Venezia Giulia. Qui di seguito riportiamo le sue parole e sotto le classifiche ufficiali delle università.

The Most – Intervista Francesco Peroni

Le tabelle ufficiali. Classifica Grandi Università – Classifica Medie Università – Classifica Piccole Università – Graduatorie per strutture – Graduatorie dipartimenti e sottostrutture per area

 

Commenti Facebook

About the Author:

Simone Firmani
Ho 25 anni, una laurea specialistica in Scienze Politiche e sono giornalista pubblicista. Seguo l'evoluzione dell’informazione multimediale, ho una passione morbosa per il punk rock, un passato da cestista e un futuro ancora tutto da scrivere. Il presente? È qui, su Radioincorso.it.